menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Allagamenti, Rizzo: "Disastri e danni provocati da scelte politiche"

I disastri causati dalla pioggia degli ultimi giorni nel territorio di San Pietro Vernotico quasi certamente si sarebbero potuti evitare. Se ci fosse stata più attenzione e interesse da parte di più organi, quelli "competenti"

SAN PIETRO VERNOTICO – I disastri causati dalla pioggia degli ultimi giorni nel territorio di San Pietro Vernotico quasi certamente si sarebbero potuti evitare. Se ci fosse stata più attenzione e interesse da parte di più organi, quelli “competenti”. A sostenerlo l’avvocato Pasquale Rizzo, ex sindaco di San Piero Vernotico ora consigliere di minoranza.

san pietro albero stradicato-2

Anche molti sampietrani pagheranno a caro prezzo le conseguenze delle alluvioni del 6 e del 10 settembre scorsi. Anche a San Pietro come a Torchiarolo si sono allagati scantinati, campi e tratti di spiaggia. Rizzo spiega perchp e come il disastro (forse) si sarebbe potuto evitare. “Una breve cronistoria. L’amministrazione Rollo approvò nel febbraio 2010 il progetto esecutivo finanziato con fondi di Area Vasta per la sistemazione del “canale Fica Nera” (1.300.000 euro) e propose il progetto dei c.d. recapiti finali (1.750.000 euro) che prevedeva la chiusura dei pozzi assorbenti esistenti in Campo di Mare, in Via Zara ed alla c.da Giardino Grande con la creazione di un sistema di raccolta delle acque e convogliamento delle stesse per ovviare ai continui allagamenti. Quest’ultimo progetto fu finanziato con l’avvio della mia Amministrazione, nel mentre l’Autorità di bacino ritenne non valido il progetto sulla Fica Nera e, con non poche difficoltà, si ottenne  lo spostamento del finanziamento sull’asta dell’infocaciucci. Non solo: si conseguì il risultato di mantenere, in continuità con i progetti esistenti, in agro di San Pietro Vernotico un finanziamento di 1.800.000  euro riconosciuto ad Arneo sull’Infocaciucci nei tratti tra i Comuni di Cellino San Marco, Torchiarolo e San Pietro Vernotico (realizzazione di un intervento importante all’ingresso di San Pietro Vernotico sulla strada per Cellino San Marco ha avrebbe raccolto in una vasca le acque provenienti dal Comune confinante per facilitare il deflusso delle stesse anche a valle)”.

voragine campo di mare-2

“La mia Amministrazione ottenne poi un ulteriore finanziamento pari ad 1.250.000 euro da parte del Commissario Straordinario per allargare i due ponti che di fatto “strozzavano” lo Infocaciucci e creavano una sorta di imbuto con conseguenti allagamenti; da ultimo nel dicembre del 2014, poiché in altra zona della Regione un Comune non aveva impegnato tutti i fondi dei Fers in via di chiusura, la mia Amministrazione otteneva un ulteriore finanziamento di 600.000 euro circa da utilizzare per ampliare il canale tra il cimitero vecchio e nuovo”.

allagamento sulla sp86-2

“E’ chiara la visione in termini di prevenzione: la realizzazione di tali interventi avrebbe consentito di mettere in sicurezza il paese, poi gli altri Enti (Arneo, Provincia per quanto di competenza) avrebbero dovuto fare la propria parte con la pulizia dei canali ed altro (in campo vi erano oltre 5.000.000 di euro di fondi pubblici intercettati). Ad oggi la situazione è la seguente: i lavori del Commissario Straordinario non hanno ancora preso avvio; i lavori del finanziamento dell’ex Fica Nera sull’Infocaciucci sono fermi; l’attuale amministrazione ha perso il finanziamento di 600mila euro per il tratto del canale a ridosso del Cimitero, e la Regione ha dovuto far finta di recepire un nuovo progetto rifinanziando gli stessi lavori con i nuovi fondi Fers (che avrebbero potuto utilizzarsi per altre finalità di riduzione del rischio idrogeologico)”.

canale Fica Nera cimitero-2

Sempre l’attuale amministrazione, poi, da quanto spiega Rizzo con ordinanza ha sospeso nel 2015 i lavori dei recapiti finali (Campo di Mare, Via Zara e contrada Giardino Grande), zone che si allagano ad ogni acquazzone. "Non ha ultimato gli stessi subendo il definanziamento ma soprattutto, pur potendolo fare, non ha posizionato le vasche in San Pietro Vernotico in via Zara e in contrada Artisti che tanto oggi avrebbero potuto significare in termini di riduzione del rischio allagamenti; Arneo non ha più realizzato il progetto”.

voragine campo di mare-2

“La voragine che si è aperta sotto la struttura che regge la recinzione dell’opera dei recapiti finali  incompleta a Campo di Mare ha provocato un “disastro” ambientale dovuto al fatto che sono stati trascinati sulla sabbia ed a mare nella conca chiusa quantità industriali di materiale di risulta utilizzato per riempire le fosse che contengono le cisterne ivi interrate. I danni subiti dallo stabilimento balneare situato nei pressi delle  vasche sono ritengo difficilmente riparabili per la pesantezza del materiale che andrà a posizionarsi sui fondali”.

lido go go allagato-2

"La politica è fatta di scelte, l’Amministrazione Renna ha scelto di dare priorità ad altro, ma i problemi ritengo che oggi non siano solo da ricondurre alla qualità delle scelte, è forse giunto il momento che i cittadini richiedano i danni subiti e che ad ogni livello qualcuno paghi per le gravi responsabilità di cui ha deciso qualcuno di farsi carico, anche in termini omissivi".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Le nuove aperture in pandemia, simbolo di coraggio e speranza

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento