rotate-mobile
Cronaca

Sequestrate 28 tonnellate di traversine ferroviarie: due denunce per abbandono rifiuti

Operazione dei militari della sezione di polizia marittima e difesa ambientale della Capitaneria di porto di Brindisi: sigilli a 120 metri cubi di materiale

BRINDISI - I militari della sezione di polizia marittima e difesa ambientale della Capitaneria di porto di Brindisi  hanno posto sotto sequestro penale di circa 120 metri cubi di traversine ferroviarie in legno dismesse depositato nell'area portuale di Sant'Apollinare: i sigili sono stati apposti d'urgenza a oltre 400 pezzi, per un totale di 28 tonnellate, e acun Cassone contenente spezzoni di traversini ferroviari.

traversine ferroviarie bis-2

Due amministratori di due distinte società, sono stati deferiti all’Autorità Giudiziaria, individuati come responsabili per abbandono e gestione illecita di rifiuti speciali pericolosi.Le traversine ferroviarie, trattate con creosoto, notoriamente una sostanza cancerogena, estremamente volatile e diffusibile nell’ambiente sia per vaporizzazione (che aumenta col crescere delle temperature) che per percolazione (con inquinamento delle falda acquifera). A fare data dal 2002 le traversine ferroviarie, quando dimesse, vengono classificate come rifiuto pericoloso, così come successivamente definito dal DM 17/04/2003.

Per qualsiasi segnalazione si ricorda che sono attivi 24 ore su 24, sette giorni su sette il numero di centralino della sala operativa 0831521022 e la casella di posta elettronica so.cpbrindisi@mit.gov.it mentre, per le sole emergenze in mare, il numero blu 1530

Gallery

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sequestrate 28 tonnellate di traversine ferroviarie: due denunce per abbandono rifiuti

BrindisiReport è in caricamento