menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Postamat, troppi furti: bloccate le postazioni di Brindisi

Avviso di Poste Italiane: "Gli sportelli senza contante negli orari di chiusura dell'ufficio postale per motivi si sicurezza". Postamat fuori uso dal centro al Casale

BRINDISI – Postamat di nuovo fuori servizio negli orari di chiusura degli uffici postali per motivi di sicurezza, perché sono numerosi i furti, soprattutto quelli posti in essere con la tecnica dell’esplosione anche nel Brindisino: da ieri, sabato 12 novembre, non è più possibile prelevare agli sportelli.

Se da un lato Poste Italiane si scusa per il disagio affidando a un avviso le ragioni alla base della decisione di sospendere il circuito postamat, dall’altro monta la rabbia degli utenti che nel fine settimane sono rimaste a secco. Senza possibilità di prelevare dalla rete gestita dalla società.

postamat fuori servizio-2

“Gentile cliente, siamo costretti a interrompere il servizio su questo Atm che rimarrà senza disponibilità di contante negli orari di chiusura dell’ufficio postale”, è scritto nella schermata fissa sul display delle postazioni. La motivazione è spiegata nelle righe successive: “Da diversi mesi subiamo furti e danni che mettono a rischio la sicurezza. Speriamo davvero che si ripristini in tutta fretta una condizione di normalità per poter tornare a offrire il nostro servizio 24 ore su 24. Ci scusiamo per il disagio”.

Per Poste Italiane, quindi, non è possibile fare altro che bloccare gli sportelli postamat. E così è stato fatto a Brindisi, per tutte le postazioni, da quella del centro a quella del Casale. Per quanto tempo non è spiegato. Il disagio resta. Non sarà possibile prelevare nella giornata di oggi, domenica, e sino a lunedì mattina quando riaprirà l’ufficio postale. Il prossimo fine settimana nuova interruzione, salvo novità.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lutto per l'arcivescovo Satriano, è deceduta la mamma Giovanna

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento