menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Comune di Brindisi, spunta la tassa soggiorno per i turisti

L'idea del capogruppo dei Democratici, Loiacono: "Due euro al massimo a notte". La somma destinata alla manutenzione dei monumenti e agli eventi culturali. E sul Natale, l'Ente accorcia i tempi: "Domande entro il 25 novembre e non più il 30"

BRINDISI – Spunta la tassa di soggiorno per i turisti che  scelgono Brindisi per pernottare in alberghi, hotel, pensioni e B&B: da un euro e 50 sino a un massimo di due euro a notte. Somma da destinare alla manutenzione dei beni monumentali e alle iniziative culturali, prima fra tutti la rassegna estiva oggetto di polemiche al pari di quella natalizia (visto quel che è successo di recente).

Luciano Loiacono (Foto Gianni Di Campi)L’idea è del capogruppo dei Democratici per Brindisi, Luciano Loiacono, e sarà presentata in Consiglio comunale, in occasione della prossima seduta (ancora da definire) con l’obiettivo dichiarato di permettere all’Amministrazione di fare cassa partendo dal turismo. Più di passaggio che non stanziale. In scia con quanto avviene in diverse località turistiche del BelPaese. Dalle Alpi, alle isole.

“Perché mai Brindisi dovrebbe essere un’eccezione?, chiede Loiacono, in passato anche assessore alle Attività produttive del Comune. “Ci sono tutti i presupposti per l’istituzione della tassa, visto che è città turistica”. Ma di previsioni di entrata non c’è traccia. C’è, invece, l’avallo della commissione al Turismo, presieduta da Consiglia Tau dei Cor che ieri ha approvato la proposta pensando al possibile investimento di un’entrata al momento indefinita: settore cultura, da intendere come beni monumentali e iniziative a corredo, con particolare riferimento al periodo estivo che dovrebbe essere quello dell’arrivo dei turisti.

Per le manifestazioni di Natale, ormai alle porte, il Comune dopo aver azzerato e quindi strappato gli accordi estivi con Confesercenti e le ProLoco di Brindisi e Tuturano ha deciso di accelerare sui tempi per raccogliere le manifestazioni di interesse. E così dopo aver comunicato come termine ultimo per la consegna, il 30 novembre, questa mattina il portavoce della sindaca fa sapere che la scadenza è stata anticipata di cinque giorni: 25 novembre.

“Le domande saranno valutate da una commissione composta dai dirigenti dei settori “Uffici di gabinetto” e “Attività produttive” e dalla funzionaria del settore “Uffici di Gabinetto”, Manuela Sasso”. A quanto pare la disponibilità economica del Comune, è pari a 90mila euro, per lo meno stando all’ammontare dei contributi che dovevano essere riconosciuti alle associazioni firmatarie del protocollo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lutto per l'arcivescovo Satriano, è deceduta la mamma Giovanna

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento