Cronaca Torchiarolo

Xylella, il M5S organizza una marcia a Torchiarolo per gli ulivi. Tutti invitati

La comunità di Torchiarolo, il paese del Brindisino più colpito dai provvedimenti di eradicazione degli ulivi infetti da Xylella, continua a opporsi agli abbattimenti. Nel pomeriggio di oggi, sabato 24 ottobre, si terrà una marcia di due chilomentri contro le eradicazioni organizzata dal Movimento 5 Stelle insieme ai comitati per la difesa degli ulivi. Si prevede la partecipazione di tutta la cittadinanza

TORCHIAROLO – La comunità di Torchiarolo, il paese del Brindisino più colpito dai provvedimenti di eradicazione degli ulivi infetti da Xylella, continua a opporsi agli abbattimenti. Nel pomeriggio di oggi, sabato 24 ottobre, si terrà una marcia di due chilomentri contro le eradicazioni organizzata dal Movimento 5 Stelle insieme ai comitati per la difesa degli ulivi. Si prevede la partecipazione di tutta la cittadinanza.

L'appuntamento è per le 16.30 con partenza da via Brindisi, nei pressi del Calvario. Si partirà con una marcia di circa due chilomentri che terminerà con una agorà finale in piazza dove prenderanno parola esperti e politici "per l'occasione - fanno sapere i 5 stelle - sono stati invitati all'evento anche esponenti delle altre forze politiche. Questa non è una battaglia di bandiera ma vogliamo che possa essere una battaglia comune in difesa dei nostri uliviserinelli casili d'amato e del nostro territorio pugliese". Tra i pentastellati hanno già confermato la loro partecipazione all'evento l'europarlamentare Rosa D'Amato, i parlamentari salentini Barbara Lezzi, Maurizio Buccarella, Daniela Donno e Diego De Lorenzis nonchè i consiglieri regionali Mario Conca, Viviana Guarini, Gianluca Bozzetti, Cristian Casili, Marco Galante e Grazia Di Bari. (nella foto a destra, Nicola Serinelli Cristian Casili e Rosa D'Amato)

"Ribadiamo il nostro no alle eradicazioni insieme ai comitati per la difesa degli ulivi e agli agricoltori. Ribadiamo il nostro no alla mattanza di ulivi secolari in atto in Puglia, è chiaro ormai a tutti che il “Piano degli interventi” del commissario Silletti per far fronte all’emergenza sul rischio di diffusione del batterio “Xylella fastidiosa” è assolutamente inefficace. Non serve infatti abbattere migliaia di ulivi, simbolo regionale e risorsa nazionale, quando basta che una macchina con sopra l’insetto vettore della Xylella viaggi a nord del Salento per diffondere la patologia. L’eradicazione di migliaia di ulivi, alcuni dei quali secolari, creerà un danno permanente al territorio pugliese e all’Italia intera. Queste eradicazioni si fanno al solo scopo di rispettare le prescrizioni delle decisioni di una Europa che è la prima responsabile di questo disastro epocale avendo udienza papale popolo degli ulivi-2disatteso ed eluso la Direttiva 2000/29/CE del Consiglio dell'8 maggio 2000 che imponeva il controllo di materiale infetto da Xylella fastidiosa proveniente dal Centro America”.

“Oggi - concludono i cinquestelle - la nostra priorità deve essere una ed una soltanto: impedire questa ingiustificata mattanza di ulivi causata da una classe politica irresponsabile ed ecco perché questo pomeriggio ci ritroveremo tutti insieme, cittadini pugliesi, comitati ed esponenti delle istituzioni di qualsiasi colore politico per gridare insieme ancora una volta: “giù le mani dai nostri ulivi”". Intanto il parroco di Torchiarolo don Daniele Mazzi per mercoledì 28 ottobre ha organizzato un’udienza con Papa. Chiunque, anche dai comuni limitrofi può unirsi, purché si organizzi autonomamente con i pullman.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Xylella, il M5S organizza una marcia a Torchiarolo per gli ulivi. Tutti invitati

BrindisiReport è in caricamento