Cronaca

Furto in abitazione: in tre ripresi dalle telecamere e arrestati

Ordinanza di custodia per Nicola Canovari, già in carcere, sopravvissuto a un agguato nel 2010, Cosimo Di Cesaria e Francesco Cinefra, tutti di Francavilla Fontana. Il provvedimento eseguito dai carabinieri

Uno dei frammenti delle riprese che incastrano i tre arrestati

FRANCAVILLA FONTANA – Nessuno dei tre si è accorto delle telecamere di videosorveglianza e quella disattenzione ha portato all’arresto per furto aggravato: Nicola Canovari, sopravvissuto a un agguato nel 2010, Cosimo Di Cesaria e Francesco Cinefra, tutti di Francavilla Fontana, sono stati raggiunti dall’ordinanza di custodia cautelare in carcere.

CANOVARI Nicola, classe 1972-4Il provvedimento di arresto è stato eseguito questa mattina dai carabinieri della Città degli Imperiali, diretti dal capitano Nicola Maggio, gli stessi che hanno riconosciuto i tre uomini perché già in altre occasioni sono stati fermati. A partire da Canovari (nella foto accanto)

L’accusa mossa dal sostituto procuratore della Repubblica di Brindisi è legata al furto in un’abitazione di Francavilla consumato lo scorso 19 marzo: sei mesi più tardi, la vicenda è stata chiusa e i tre sono finiti in cella, in attesa dell’interrogatorio di garanzia davanti al giudice per le indagini preliminari. Ammesso che intendano rispondere alle domande.

Per il pubblico ministero prima e per il gip poi, non possono esserci e non ci sono dubbi sui “gravi indizi di colpevolezza a carico dei tre indagati, costituiti dalle immagini registrate dalle telecamere del sistema di videosorveglianza” poste nei pressi dell’abitazione che quella sera venne presa di mira.

Si vedono tre uomini con il cappuccio entrare e uscire: i frammenti sono nitidi, non lasciano spazi a margini di titubanza, stando a quanto è scritto nel provvedimento di arresto, per cui è possibile affermare – secondo il gip – che i tre hanno preso parte al furto.

DI CESARIA Cosimo, classe 1973-4CINEFRA Francesco, classe 1983-4Canovari è una vecchia conoscenza dei carabinieri di Francavilla Fontana perché l’11 novembre 2010 qualcuno lo prese di mira, emettendo a suo carico una sentenza di condanna a morte. Rimase ferito in maniera grave, si riprese miracolosamente. La trappola a colpi di armi da fuoco scattò quando raggiuse, con il suo camion, la Statale 7: con lui c’era un ragazzo di appena 18 anni che venne raggiunto dalle pallottole e morì. Vittima innocente.

Di Canovari le cronache locali sono tornate a parlare di recente, il 13 aprile scorso, quando i carabinieri – sempre i militari della stazione di Francavilla Fontana – sventarono un furto in un deposito di materiale edile, nel centro della città. In quella occasione vennero arrestati anche gli altri due che stamattina sono finiti in cella, Cinefra e Di Cesaria (nelle foto): Canovari finì in carcere, dove questa mattina gli è stata notificata l’ordinanza per il furto in abitazione, gli altri due ai domiciliari.

furto francavilla abitazione 2-3I tre arrestati sono ritenuti responsabili anche del furto di un’autovettura, avvenuto sempre a Francavilla la notte del 19 marzo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Furto in abitazione: in tre ripresi dalle telecamere e arrestati

BrindisiReport è in caricamento