menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Uil Polizia al M5S: "I rinforzi in Puglia non sono merito vostro"

Il sindacato critica l'appropriazione del risultato da parte dei pentastellati. "Tutto deciso prima del governo Conte"

Il sindacato Uil Polizia critica il Movimento 5 Stelle per essersi “impadronito” di risultati conseguiti nella trattativa tra le organizzazioni dei lavoratori e il Viminale nei mesi scorsi, ben prima dell’insediamento del governo Conte. SDi tratta in particolare del potenziamento della presenza di agenti in alcune regioni, tra le quali la Puglia.

“Si susseguono in queste ore numerosi comunicati stampa dai quali si evince che otto consiglieri regionali del M5S Puglia hanno accolto con soddisfazione la decisione del nuovo governo di aumentare di 67 unità gli organici della Polizia di Stato nella Regione Puglia commentando l’annuncio del sottosegretario Carlo Sibilia che ha risposto in commissione Affari costituzionali alla Camera ad un question time presentato dai deputati pugliesi Anna Macina e Giuseppe D’Ambrosio”, premette la segreteria nazionale di Uil Polizia.

“Teniamo a precisare che il piano dei potenziamenti presentato dal Ministero degli Interni alle organizzazioni sindacali nei primi giorni del mese di marzo, prima dell’insediamento del Governo Conte avvenuto l’1 giugno 2018, aveva già previsto l’incremento di 67 unità (delle quali 9 per Brindisi a febbraio 2019)”, dice la nota sindacale.

“Dai dati, riportati sono stati esclusi i movimenti del personale già registrati nel decorso mese di aprile (pertanto gli incrementi sono ben superiori da quelli indicati e precisamente equivalenti a 103 unità complessive). Ci auguriamo che le compagini politiche non si limitino ad acquisire meriti derivanti dal lavoro svolto dalle pregresse legislature raggirando i cittadini o i lavoratori di categoria nello stesso modo con cui – ironizza Uil Polizia - il grande Totò vendette la Fontana di Trevi al malcapitato turista facendosi assistere dal fidato Nino Taranto”.

“Auspichiamo che l’aria di rinnovamento tanto palesata si faccia sentire sul serio – è l’augurio del sindacato - e che qualche organizzazione Sindacale del comparto non faccia da spalla affinché il prodotto sia venduto e accettato come presentato, ma svolga la sua azione critica e trasparente per il bene dei colleghi che li legittimano e dell’intera collettività di cui fanno parte”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento