Cronaca

Staffetta Monteco-Ecologica, indagini anche sulle assunzioni

La Digos ha acquisito l'elenco dei lavoratori licenziati dalla società leccese per giustificato motivo: il foglio venne trovato sulla scrivania dell'ex sindaco il giorno dell'arresto. Consales torna a fare il giornalista e lancia una nuova iniziativa editoriale

BRINDISI – Non solo atti del Comune sulla scrivania dell’ex sindaco di Brindisi, Mimmo Consales: si scopre solo oggi che nell’ufficio di Palazzo Nervegna venne trovato anche un elenco con i nomi di alcuni lavoratori licenziati dalla Monteco per giustificato motivo, per i quali qualcuno avrebbe chiesto il passaggio alle dipendenze della società Ecologica, subentrata con ordinanza nell’autunno del 2014.

La procura di BrindisiLe assunzioni ci sono state? Chi le ha chiesto? Ancora: per quale motivo? Gli interrogativi legati a quel foglio e quei nomi rappresenterebbero ulteriori spunti investigativi sui quali sono al lavoro gli agenti della Digos nell’ambito dell’altro filone d’inchiesta sui rifiuti, senza indagati al momento, che si riferisce al servizio di nettezza urbana con il passaggio da una società all’altra. E con appendice di polemiche politiche divampate in Consiglio comunale sulla qualità del servizio reso alla città e sulle tasse chieste ai contribuenti.

La scoperta di quell’elenco, quindi, non è recente ma è in questi giorni che arriva la conferma sulle circostanze del ritrovamento. Che risale al giorno stesso in cui venne notificata all’ormai ex primo cittadino l’ordinanza di custodia cautelare ai domiciliari chiesta dai pm Giuseppe De Nozza e Savona Toscani, ipotizzando un accordo di natura corruttiva con l’imprenditore Luca Screti, ex amministratore unico della società Nubile, a cui il Comune aveva affidato in gestione l’impianto del Cdr si sua proprietà, sito in via per Pandi, a fronte di 176 milioni di euro per 15 anni.

L’ipotesi accusatoria, come è noto, ha trovato conferma non solo dagli accertamenti posti in essere dagli agenti della Digos, ma dalle stesse dichiarazioni rese da Screti nel corso di due interrogatori, quando ha ammesso di aver pagato una tangente prelevando dal suo conto corrente personale anche mille euro al giorno per raccogliere la provvista di denaro. Mentre sono stati smentiti in maniera categoria da Consales, secondo il quale mai c’è stato un accordo tra i due e soprattutto mai ha svenduto il suo ruolo di sindaco agli interessi della società.

Sulla questione, la Procura ha già messo un primo punto nel momento in cui ha chiuso le indagini, passo che prelude alla richiesta di processo. Probabilmente alla ripresa dell’attività, quindi a settembre. Nel frattempo resta aperta l’inchiesta che attiene alla staffetta nella titolarità della gestione della raccolta dei rifiuti, con il passaggio di testimone tra Monteco ed Ecologica: la prima messa alla porta da Consales che ha poi firmato l’ordinanza contingibile e urgente in favore dell’altra, arrivata a Brindisi da Modugno, nel Barese, peraltro ancora formalmente gestore della nettezza urbana in attesa del subentro dell’Amiu. Quest’ultima ha fatto sapere di essere disponibile solo dopo il primo ottobre e il Comune a questo punto potrebbe richiamare Monteco.

Gli agenti della Digos, intanto, hanno acquisito ulteriore documentazione concentrandosi a quanto pare anche sull’aspetto del passaggio del personale e dei licenziamenti avvenuti per giustificato motivo, alcuni dei quali relativi a dipendenti Monteco arrestati in altre vicende. Al momento non è stata avanzata alcuna ipotesi di reato, non ci sono indagati di conseguenza. Il procedimento penale resta in piedi. 

L’ex sindaco, dal canto suo, ha ripreso a svolgere il suo lavoro come giornalista dopo la sospensione cautelare dall’Ordine legata al provvedimento di custodia e si appresta a lanciare una nuova iniziativa editoriale, al momento presente su Facebook. La sede è in via Dalmazia, a Brindisi, dove c’è l’ufficio della Mondovideo, la società di Consales che non ha alcuna situazione debitoria e resta estranea rispetto all'iniziativa editoriale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Staffetta Monteco-Ecologica, indagini anche sulle assunzioni

BrindisiReport è in caricamento