menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il luogo in cui è avvenuto il ferimento nella foto di Salvatore Barbarossa

Il luogo in cui è avvenuto il ferimento nella foto di Salvatore Barbarossa

Colpi di pistola in Largo Concordia: un ferito tra i giovani del sabato notte

Giuseppe Cavaliere, 26 anni, raggiunto alla spalla e alla gamba da proiettili calibro 6,35: ricoverato in ospedale in condizioni non gravi. Chi ha sparato è fuggito a piedi. I carabinieri sospettano ci sia stato un diverbio

BRINDISI - Due colpi di pistola in Largo Concordia, la scorsa notte, grida, fuggi fuggi e un ragazzo sanguinante che si accascia a terra: Giuseppe Cavaliere, 26 anni, nato e residente a Brindisi, è stato ferito in maniera non grave alla spalla sinistra e alla gamba sinistra da due proiettili calibro 6,35 sparati da distanza ravvicinata. A fare fuoco, stando alle primissime informazioni, sarebbe stato un ragazzo che si è confuso tra le comitive di giovani che il sabato sera affollano la zona del Centro, nei pressi del Nuovo Teatro Verdi, dove ci sono diversi locali.

colpi di pistola largo concordia bis-2

Il ferimento

Attorno all'1,30, la prima telefonata anonima arrivata al numero di pronto intervento: "Hanno sparato a un ragazzo". Nel frattempo, molti giovani sono scappati, altri hanno trovato riparo in alcuni locali. Quando i carabinieri sono arrivati sul posto, di quello con la pistola non c'era più traccia. Sarebbe riuscito a fuggire a piedi, imboccando via della Maddalena, per essere probabilmente aiutato da un complice.

Gli interrogatori

Il ferito è stato accompagnato al Pronto soccorso dell'ospedale Perrino e dovrebbe essere dimesso nella mattinata di oggi. I militari lo hanno già interrogato, ma a quanto pare non avrebbe fornito alcun elemento utile alle indagini. Dichiarazioni, quindi, prive di peso investigativo, al momento.

Le telecamere

Sono stati già ascoltati, in qualità di persone informate sui fatti, alcuni giovani rimasti nella zona subito dopo il ferimento, ma le versioni fornite non sarebbero coincidenti. Elementi utili potrebbero arrivare alla visione delle immagini registrate dalle telecamere di videosorveglianza della zona. A quanto si apprende, dalla visione di alcuni filmati, sarebbero emerso elementi di interesse per le indagini. Intanto gli investigatori dell'Arma stanno passando al setaccio una nutrito numero di elementi sospetti. 

Il movente

Quanto al movente, l'ipotesi seguita dagli uomini dell'Arma, sembra rimandare a una lite tra i due avvenuta nei giorni precedenti o poco prima del ferimento, ma resta da capire le ragioni alla base del diverbio. Sono in corso una serie di perquisizioni in diversi quartieri di Brindisi. Non è escluso che proseguano gli interrogatori di persone ritenute in qualche modo informate dei fatti  perché presenti al momento del ferimento.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Consorzio Asi: l'avvocato Vittorio Rina è il nuovo presidente

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento