menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

“Anche due assessori usano quel cortile per parcheggiare”

Monta la polemica dopo la richiesta di spiegazioni firmata dalla Uil sul posto auto assegnato al segretario generale. La sindaca lascia la Mercedes blu del Comune e viaggia sull’auto dei vigili urbani

BRINDISI – “Anche due assessori della Giunta parcheggiano nel cortile della palazzina sede dei Lavori Pubblici: posto auto garantito, senza pagare il ticket. Qualcuno al Comune deve dire se è effettivamente così”.

Non ci sarebbe solo il posto auto per il segretario generale, ma anche per due componenti dell’esecutivo guidato da Angela Carluccio. Ne sono convinti alcuni dipendenti dell’Amministrazione comunale di Brindisi, così come diversi consiglieri di opposizione, pronti a chiedere spiegazioni per le vie ufficiali. C’è anche chi è pronto a fare i nomi dei due assessori e chi pensa di scrivere un’interrogazione, intanto per appurare se corrisponde al vero quella che per ora viaggia come vox populi, con commenti al veleno postati su Facebook, e domande consegnate ai sindacalisti della Uil che per primi hanno sollevato il caso relativo all’uso dello spazio di pertinenza della sede della ripartizione Lavori pubblici, in via Casimiro. Perché il cortile era stato riservato al solo parcheggio delle auto di servizio, dopo le polemiche del passato legate all’uso improprio degli stalli con relativa disponibilità del telecomando necessario per l’apertura del cancello automatico.

“E’ vero che oltre al segretario anche alcuni assessori hanno accesso al cortile?”, chiedono. “Se è così, chi e per quale motivo ha assunto una simile decisione? E poi: esiste un provvedimento che vale come autorizzazione?” . In attesa di risposte, c’è persino chi ha notato che l’auto blu per il sindaco, la Mercedes, non è più parcheggiata davanti all’ingresso di Palazzo Nervegna dove solitamente si vedeva. “Che fine ha fatto?”.

Dove sia stata portata, se è stata dismessa come sostiene qualcuno dei soliti bene informati, non è dato saperlo con certezza. Si sa che la sindaca ha preferito spostarsi con un’auto dei vigili urbani.

In attesa di chiarimenti, la polemica monta mentre i brindisini e più in generale gli automobilisti che arrivano in città, nella zona del centro, sono costretti a fare i conti con posti che non ci sono. Anche a voler pagare il ticket.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Consorzio Asi: l'avvocato Vittorio Rina è il nuovo presidente

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento