menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il centro storico di Ceglie

Il centro storico di Ceglie

A Ceglie la messa della Vigilia è in inglese

La comunità straniera è così ben radicata in Valle d’Itria che a Ceglie Messapica, terra di gastronomia e di molto altro ancora, la la sera della Vigilia di Natale una delle messe viene ormai tradizionalmente celebrata interamente in lingua inglese. La gran parte dei turisti, ormai habitué, proviene infatti dal Regno Unito, ma anche da altri paesi del Nord Europa. E le celebrazioni nella lingua universale accontentano tutti.

CEGLIE MESSAPICA - Hanno comprato trulli, villette in campagna, sono ormai a tutti gli effetti cittadini cegliesi, per lo meno durante l'estate e le festività natalizie. La comunità straniera è così ben radicata in Valle d'Itria che a Ceglie Messapica, terra di gastronomia e di molto altro ancora, la sera della Vigilia di Natale una delle messe viene ormai tradizionalmente celebrata interamente in lingua inglese. La gran parte dei turisti, ormai habitué, proviene infatti dal Regno Unito, ma anche da altri paesi del Nord Europa. E le celebrazioni nella lingua universale accontentano tutti.

E' una tradizione che si rinnova anche quest'anno: l'appuntamento è per le 8.30 pm nella chiesa di Sant'Anna, nell'omonima via del centro storico della cittadina della Valle D'Itria: "The mass for Christmas - scrive don Giorgio Miles - is tonight by candelight". "I hope - prosegue - to see you this evening to sing some traditional carols during the Christmas Vigil Mass. We will bless our new Precepe at the end of the service". E' possibile anche scaricare online (cliccando sul blog del Diavoletto) il file pdf con le letture in inglese.

Il rito in lingua straniera viene ripetuto anche in estate, oltre che a Natale: vi partecipano in moltissimi, provenienti anche dai comuni vicini, Ostuni, Martina Franca, Cisternino e Locorotondo. Don Giorgio Miles è un sacerdote cattolico di nazionalità britannica che ha scelto di stabilirsi a Ceglie per motivi di salute. Non parla italiano, ed è forse per questo che ha deciso, con molta discrezione, di chiedere tempo addietro di poter celebrare la liturgia della Vigilia anche per tutti coloro che approfittano della seconda quindicina di dicembre per fare un po' di vacanza. Non va dimenticato il senso profondo del Natale, oltre che il culto.

E allora, nella chiesetta settecentesca di Sant'Anna, largo ai pugliesi acquisiti dall'accento anglofono. Può partecipare, naturalmente, alla messa chiunque ne abbia voglia. God bless Christmas.

 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lutto per l'arcivescovo Satriano, è deceduta la mamma Giovanna

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento