Cronaca Via Napoli

A fuoco l'auto di in dirigente Asl, trovati resti di bottiglietta incendiaria

Non ci sono dubbi sull’origine dolosa di un incendio che si è sviluppato intorno alle 17 di oggi su una Chrysler Limited Crd di un avvocato dirigente del settore Contenzioso e Affari Legali della sede amministrativa dell'Asl di Brindisi, situata in via Napoli al quartiere Casale

BRINDISI – Non ci sono dubbi sull’origine dolosa di un incendio che si è sviluppato intorno alle 17 di oggi su una Chrysler Limited Crd di un avvocato dirigente del settore Contenzioso e Affari Legali, l'avvocato Alfredo Perricci, di Mesagne,  della sede amministrativa dell'Asl di Brindisi, situata in via Napoli al quartiere Casale. Il veicolo era parcheggiato nel cortile dell’azienda, sono stati trovati residui di bottiglietta incendiaria.

Le fiamme sono state domate dallo stesso proprietario con un estintore non appena si è reso conto di quello che stava accadendo, sul posto si sono Inendio auto dirigente Asl 2-2-2recati anche i vigili del fuoco del comando provinciale di Brindisi, gli agenti della Squadra mobile insieme allo stesso dirigente Alberto Somma e il personale della polizia Scientifica che ha eseguito tutti i rilievi necessari a individuare elementi importanti per l’indentificazione del responsabile. 

Il parcheggio non è dotato di sistema di videosorveglianza, l’unico aiuto potrebbe giungere dalla testimonianza della stessa vittima, che è stato portato negli uffici della questura per essere ascoltato e da qualche altro testimone che potrebbe aver assistito alla scena. 

Pochi mesi fa, fra l'altro, gli uffici dell'Asl di via Napoli erano stati al centro di un tentativo di incursione. Nonostante quel precedente, l'area esterna della struttura non è stata dotata di un adeguato impianto di videosorveglianza. 

Gli attestati di solidarietà - Solidarietà al dirigente Asl viene mnifestata dall'amministrazione comunale di Mesagne,  che "al contempo, manifesta viva preoccupazione e sdegno per il probabile movente professionale, rivestendo Perricci il ruolo di dirigente nell'ufficio legale della Aal e presidente della Commissione provvedimenti disciplinari. A nome della Città di Mesagne si auspica infine una rapida inchiesta che assicuri alla giustizia il responsabile dell'atto criminoso".

Anche La Fai-ANtiracket-Mesagne Associazione Legalità e Sicurezza, esprime solidarietà all'avvocato Perrucci.  "Il solo dubbio che l'atto sia di origine intimidatoria nei confronti del professionista che ricopre un ruolo delicato all'interno dell'Azienda Sanitaria - si legge nella nota - ci sprona ad essere ancora più vicino a lui e alla sua famiglia.  Preoccupati per il probabile movente professionale a nome personale, del consiglio direttivo e dei soci tutti ci rivolgiamo alla magistratura e alle forze dell’ordine brindisine affinché, con la grande professionalità che li distingue, possano assicurare quanto prima alla giustizia il responsabile dell’atto criminoso".

A detta di Antonio Macchia, segretario generale della  Funzione pubblica-Cgil, “suscita sconcerto e preoccupazione, il grave attentato incendiario ai danni di Alfredo Perricci, per cui occorre una risposta coesa da parete delle Istituzioni e del mondo del Lavoro. In attesa che il lavoro degli Inquirenti consenta di fare piena luce sull’episodio, esprimiamo piena solidarietà e vicinanza al dirigente in questione ed alla sua famiglia”. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A fuoco l'auto di in dirigente Asl, trovati resti di bottiglietta incendiaria

BrindisiReport è in caricamento