menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

A fuoco la Mini Cooper di avvocato presidente dell'Arci Brindisi

Intervento dei vigili del fuoco del comando provinciale di Brindisi nella notte tra ieri e oggi, giovedì 11 ottobre, in piazza Gianturco a San Pietro Vernotico

SAN PIETRO VERNOTICO – Intervento dei vigili del fuoco del comando provinciale di Brindisi nella notte tra ieri e oggi, giovedì 11 ottobre, in piazza Gianturco a San Pietro Vernotico dove è andata a fuoco l’auto di un avvocato del posto, Vincenzo Catamo, presidente di Arci Brindisi. I vigili del fuoco sono stati contattati intorno alle 2. 

incendio auto catamo1-2

Si tratta di una Mini Cooper intestata alla madre dell'avvocato, era parcheggiata davanti alla loro abitazione, è andata distrutta. Le fiamme hanno danneggiato anche il prospetto delle case circostanti il veicolo. Sul posto si sono recati i carabinieri della stazione di Tuturano che hanno raccolto gli elementi necessari per fare chiarezza sulla vicenda. Da quanto si apprende nella zona ci sono alcune telecamere che avrebbero ripreso la scena dell’incendio che mostrano un uomo che si avvicina all'auto a bordo di una bicicletta. Con ogni probabilità, quindi, si tratta di un atto doloso.

L’auto è stata rimossa con il carro attrezzi nella stessa nottata e parcheggiata nel deposito giudiziario Tarantini per essere sottoposta a tutti i rilievi del caso. Catamo oltre a essere presidente Arci è anche responsabile di tre progetti Sprar (Sistema di protezione per richiedenti asilo) che operano a San Pietro, Carovigno e San Pancrazio. Al vaglio anche l'ipotesi che il movente possa essere riconducibile a vicende collegate a questo aspetto. 

L'intervento del sindaco di San Pietro Vernotico, Pasquale Rizzo

Ferma condanna per il grave episodio verificatosi ai danni dell’avvocato Vincenzo Catamo è stata espressa dal sindaco Pasquale Rizzo. "Nel tempo l’azione di contrasto alla criminalità sul territorio di San Pietro Vernotico ha dato frutti importanti tenendo conto delle operazioni eseguite dalle forze dell’ordine coordinate dalla Procura della Repubblica. Si è certi che il lavoro sinergico consentirà di individuare i colpevoli".

"La cittadinanza ed il tessuto sociale del Paese non possono e non deve sentirsi estranei o non colpiti, ma devono reagire con forza,  fornire ogni possibile collaborazione e dimostrare da subito unione e coresione . Naturalmente non si ha contezza delle dinamiche che hanno portato i delinquenti a porre in essere un gesto di tale portata, ma l’esigenza di fare luce in tempi brevi sulla vicenda è ancor più marcata tenendo conto del ruolo svolto dall’avvocato Catamo in un contesto, quale la gestione di uno Sprar di fondamentale importanza per la funzione legata ai servizi resi.

incendio auto Catamo presidente Arci-2

Solidarietà di Arci Puglia e Arci nazionale

Sebbene sia quasi certa la natura dolosa dell'episodio restiamo in attesa degli sviluppi investigativi che facciano luce sugli autori e le ragioni del gesto. Esprimiamo solidarietà al Presidente Catamo, impegnato quotidianamente con tutto il gruppo dirigente territoriale di Arci Brindisi in percorsi virtuosi di innovazione sociale, promozione della cultura e accoglienza.

La Cgil con Catamo

"Nella notte fra ieri ed oggi altro episodio inqualificabile di violenza, questa volta a subire l'incendio della propria auto è stato l'avv. Vincenzo Catamo, presidente Arci Brindisi e responsabile di tre progetti Sprar attivi in  provincia. Le indagini sono in corso, ma dalle indiscrezioni emerse sui media, è altamente probabile che si tratti di un incendio doloso", dichiara il segretario generale della Cgil brindisina, Antonio macchia.

"Noi della Cgilsiamo molto vicini a Vincenzo Catamo e ci auguriamo che molto presto siano assicurati alla giustizia coloro che hanno commesso questo vile reato in danno di un giovane professionista impegnato in attività che mirano all'aiuto del prossimo. Oramai la soglia di impunità di questi loschi figuri non ha limiti, appiccare incendi è un reato da vili, appiccarlo nel centro abitato dimostra che questi uomini sono fuori controllo e devono essere quanto prima assicurati alla giustizia".

incendio auto Catamo presidente Arci (2)-2-2

Il Forum per Cambiare l'ordine delle cose

"Questa notte a San Pietro Vernotico, in provincia di Brindisi) è stata incendiata e distrutta l'auto di Vincenzo Catamo, avvocato, presidente provinciale Arci Brindisi e dirigente nazionale Arci, impegnato per l'accoglienza e la giustizia sociale da sempre e impegnato nel Forum territoriale di Brindisi per cambiare l’ordine delle cose. Si tratta di incendio doloso, quindi di un attentato", si legge anche nel comunicato emesso dal Forum per Cambiare l'ordine delle cose.

"Per il momento sappiamo che una persona in bicicletta, in piena notte, si è avvicinata alla vettura, l‘ha cosparsa di benzina e ha dato fuoco. Il tutto è stato ripreso da una telecamera di sorveglianza. In attesa degli sviluppi investigativi e che sia fatta luce su autori, mandanti e sulle ragioni del gesto, il Forum provinciale per Cambiare l’ordine delle cose esprime la massima solidarietà e il suo sostegno a Vincenzo che, sappiamo bene, non si lascia intimidire".

La solidarietà dell'amministrazione comunale brindisina

Il sindaco Riccardo Rossi, la giunta e tutti i rappresentanti dell’amministrazione comunale di Brindisi esprimono la loro solidarietà al presidente Arci Brindisi Vincenzo Catamo al quale, la scorsa notte, è stata incendiata l’auto. "Mentre gli inquirenti sono a lavoro per comprendere se si sia trattato di un gesto doloso, anche grazie all’utilizzo delle telecamere a disposizione, l’amministrazione di Brindisi invita il presidente di Arci a continuare nel percorso intrapreso nella sua attività".

“Se sarà accertato che qualcuno abbia incendiato l’auto di Catamo volontariamente per questioni legate alla sua attività in Arci - dichiara il sindaco Riccardo Rossi - ci auguriamo che si possa identificare il colpevole. Al contempo speriamo che il territorio faccia da scudo nei confronti di chi lavora attivamente per la comunità”.

Potere al Popolo

Potere al Popolo di Brindisi e provincia "esprime la sua solidarietà a Vincenzo Catamo per l'incendio, sicuramente doloso, della sua auto. Non si sa ancora chi e perché abbia fatto questo gesto, ma sicuramente qualcuno vuole attaccare ed intimidire il presidente dell'Arci di Brindisi. In questo momento storico, in cui la violenza verbale, fisica ed istituzionale (e persino giudiziaria) verso i migranti e verso chi si adopera per l'accoglienza ed il rispetto di tutte le persone, è immediato il sospetto che questo atto sia collegato con l'attività dell'Arci e la gestione degli Sprar. Quali che siano le motivazioni di chi ha appiccato il fuoco (e dei possibili mandanti) è un atto gravissimo Esprimiamo tutta la nostra vicinanza e solidarietà a Vincenzo Catamo e alla sua
famiglia".
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento