rotate-mobile
Giovedì, 20 Gennaio 2022
Cronaca

A fuoco la villa di spedizioniere

BRINDISI – La malavita torna a colpire. E stavolta in trasferta. Nel mirino la residenza estiva di un professionista brindisino: Fabrizio Sgaramella, 46 anni, contitolare in città di un’agenzia operativa nel settore delle spedizioni doganali. I malviventi hanno preso di mira la villa di famiglia, in contrada Gorgognolo, lungo il litorale di Ostuni.

BRINDISI - La malavita torna a colpire. E stavolta in trasferta. Nel mirino la residenza estiva di un professionista brindisino: Fabrizio Sgaramella, 46 anni, contitolare in città di un'agenzia operativa nel settore delle spedizioni doganali. I malviventi hanno preso di mira la villa di famiglia, in contrada Gorgognolo, lungo il litorale di Ostuni.

Un attentato incendiario in piena regola, quello messo a segno la notte scorsa. I vigili del fuoco del Distaccamento della Città bianca sono accorsi sul posto attorno alle 3 del mattino, allertati da alcuni residenti della zona.

Stando alla ricostruzione dell'accaduto fornita dai militari della locale stazione dei carabinieri, ignoti si sarebbero introdotti all'interno della villetta, situata lungo il viale principale della località balneare. Dapprima avrebbero cosparso di benzina l'uscio, dando fuoco al portone di ingresso dell'abitazione. Non contenti, prima di allontanarsi, facendo perdere le tracce, gli stessi avrebbero completato l'opera, appiccato il fuoco al gazebo in legno posto ridosso dell'immobile, amplificando i danni.

L'attività investigativa avviata nelle ore successive all'incendio - curata dal comandante della stazione di Ostuni, Domenico Barletta e coordinata dal Comando della Compagnia dei carabinieri di Fasano - porterebbe ad escludere per il momento la pista più inquietante, ossia il racket. Non si tratterebbe, dunque, di un messaggio estorsivo firmato dalla criminalità organizzata dedita al pizzo. Starebbe prendendo corpo, invece, una chiave di lettura diversa: i banditi potrebbero aver inscenato una vile ritorsione.

Pressappoco una ripicca. I militari nella giornata di oggi hanno ascoltato i familiari dello spedizioniere doganale (la moglie lavora nel settore assicurativo), rientrato precipitosamente nel pomeriggio dalle ferie, appresa la notizia. Gli inquirenti intendono accertare l'eventuale sussistenza di screzi e tensioni in campo lavorativo. Professionista conosciuto e stimato, Sgaramella da qualche anno trascorre le proprie ferie nella villetta di Gorgognolo. E tra gli stessi residenti e vacanzieri lo stupore per quanto accaduto è grande: "Una persona per bene e sempre cortese. Un dispetto vile e inspiegabile, una vigliaccata", commentano alcuni di loro.

Nulla di certo comunque sarebbe emerso sinora, stando ai primi riscontri effettuati. Le indagini da parte dei carabinieri proseguono nel massimo riserbo e su più fronti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A fuoco la villa di spedizioniere

BrindisiReport è in caricamento