menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Spaccio di droga in un garage: giovane sorpreso con 200 grammi di marijuana

Un 18enne è stato arrestato in regime di domiciliari dai poliziotti del commissariato di Ostuni, a seguito di perquisizione

BRINDISI – Si incontrava con i suoi clienti in un garage. I poliziotti del locale commissariato, però, lo tenevano d’occhio e dopo uno scambio sospetto sono usciti allo scoperto. Manette ai polsi per un 18enne di Ostuni (N.S. le iniziali del suo nome), accusato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Si tratta in particolare di 200 grammi di marijuana distribuiti in due involucri (il primo contenente 150 grammi, il secondo altri 50 in singole dosi) che gli agenti hanno trovato all’interno di un mobiletto. Le forze dell’ordine sono giunte sulle tracce del presunto pusher nell’ambito di un’operazione, denominata “Pusher”, contro lo spaccio di droga lanciata a livello nazionale dalla Direzione centrale per i Servizi antidroga della polizia di Stato, che ha permesso in tutta Italia di sequestrare diversi chili di droga e di arrestare oltre 200 persone responsabili a vario titolo di reati connessi al traffico e spaccio di sostanze stupefacenti.

Nell’attività sono stati impiegati 600 agenti delle Squadre mobili di tutta Italia e il Servizio centrale operativo della Polizia di Stato. Nella provincia di Brindisi, l’operazione è stata coordinata dalla locale Squadra mobile.

Tornando a Ostuni, i poliziotti da giorni avevano notato un insolito via vai di ragazzi all’esterno del garage del 18enne. Quando hanno deciso di dare un’occhiata all’interno del box, gli agenti si sono avvalsi del supporto di un’unità cinofila di un istituto di vigilanza del posto, il cui fiuto si è rivelato determinante.

Oltre alla sostanza stupefacente, sono stati rinvenuti e posti sotto sequestro anche un bilancino elettronico di precisione, ritagli di buste di plastica per il confezionamento delle singole dosi ed altro materiale utile allo spaccio. Il 18enne, incensurato, dopo le formalità di rito, di concerto con il pm di turno del tribunale di Brindisi, Valeria Farina Valaori, è stato accompagnato presso la propria abitazione in regime di domiciliari, con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lutto per l'arcivescovo Satriano, è deceduta la mamma Giovanna

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento