Giovedì, 21 Ottobre 2021
Cronaca Ceglie Messapica

Bosco delle Montecchie in vendita: "Il Comune ne chieda il possesso alla Provincia"

Il bosco delle Montecchie, un importante elemento del patrimonio naturalistico di Ceglie Messapica, 13 ettari di verde alle porte della città, è molto più vicino che in passato alla possibilità di essere alienato. E' rimasto infatti nella lista dei beni che la Provincia vuole vendere, da quando il patrimonio immobiliare dell'ente è stato cartolarizzato per fare cassa

CEGLIE MESSAPICA - Il bosco delle Montecchie, un importante elemento del patrimonio naturalistico di Ceglie Messapica, 13 ettari di verde alle porte della città, è molto più vicino che in passato alla possibilità di essere alienato. E' rimasto infatti nella lista dei beni che la Provincia vuole vendere, da quando il patrimonio immobiliare dell'ente è stato cartolarizzato per fare cassa. L'ultimo appello a non vendere il  bosco risale all'ottobre del 2012, quando alla presidenza dell'amministrazione provinciale c'era Massimo Ferrarese. La richiesta era quella di giungere ad una conferenza dei servizi con il Comune di Ceglie Messapica per l'affidamento allo stesso delle Montecchie. Ma non se ne fece nulla.

Eppure su quel bosco, con l'amministrazione di Michele Errico, la Provincia aveva investito 150mila euro nel 2005 e 350mila nel 2011. Adesso nuovamente l'ombra della vendita a privati. I consiglieri comunali della minoranza di sinistra Pietro Mita, Nicola Trinchera e Rocco Marrazza hanno perciò deciso di scrivere una lettera aperta al sindaco Luigi Caroli, per spingerlo a formalizzare una richiesta di passaggio del bosco al Comune. "Il recupero e l’acquisizione del Bosco Montecchie è comparso tra gli obiettivi programmatici di diverse campagne elettorali negli ultimi 20 anni, compresa l’ultima, con presentazioni di progetti di recupero finalizzati a realizzare un parco didattico e ricreativo", ricordano i tre consiglieri di Pd, Sel e Lista Mita.

Gli stessi ritengono "che sia opportuno prendere tutte le dovute iniziative per ottenere nel più breve tempo possibile l’assegnazione del bosco e impiegarlo immediatamente per fini didattici, sociali ed economici. Quell’area rappresenta sicuramente una grande opportunità per la nostra città e noi consiglieri comunali la invitiamo - chiedono al sindaco - a verificare tutte le procedure affinché la nostra città entri in possesso di questo bene. La preghiamo vivamente di non sottovalutare questa possibilità in quanto questo è il momento giusto di fronte ad un’occasione che la città non può permettersi di perdere".

"Oggi spetta a Lei e al consiglio comunale decidere e preparare tutti gli atti necessari previsti dalla legge affinché il Comune possa entrare in possesso di questo bene di particolare pregio ambientale e forestale. Attendiamo con impazienza una sua azione e, se possibile, una risposta scritta entro breve termine", scrivono in conclusione Mita, Trinchera e Marrazza.

                                        

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bosco delle Montecchie in vendita: "Il Comune ne chieda il possesso alla Provincia"

BrindisiReport è in caricamento