Mercoledì, 17 Luglio 2024
Cronaca San Donaci

Molesta e minaccia anche sui social una ragazza, divieto di avvicinamento

Ordinanza a carico di un 28enne di San Donaci eseguita dai carabinieri: dovrà tenersi a 300 metri di distanza

SAN DONACI - Minacce e molestie, sotto casa, sul luogo di lavoro e sui social, ai danni di una ragazza di 28 anni di San Donaci. Un coetaneo, residente a San Donaci, dovrà mantenere una distanza di almeno 300 metri dalla giovane. L'ordinanza è stata emessa dal giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Brindisi, dopo la denuncia sporta dalla donna ed è stata eseguita dai carabinieri.

"L’uomo operando anche attraverso l’uso di strumenti telematici con condotte reiterate di assillo e minaccia, ha molestato una sua coetanea in modo tale da cagionarle un perdurante stato di ansia e di paura da determinarle un fondato timore per la propria incolumità tanto da costringerla a modificare le proprie abitudini di vita", si legge nel provvedimento.

"In maniera reiterata si è appostato nei luoghi frequentati dalla donna inseguendola con la propria vettura. Insistentemente le ha inviato messaggi molesti e minacciosi tramite whatsapp, facebook ed instagram. Si è presentato sotto l’abitazione della donna pretendendo con contegno minaccioso di parlare con lei, l’ha anche trattenuta contro la sua volontà bloccandole le mani e cercando di sottrarle le chiavi della vettura nella quale la donna si trovava", è scritto ancora. "L'ha inseguita con l’auto nel del centro abitato sino a che la vittima non è riuscita a far perdere le sue tracce. Nel mese di maggio, l’ha bloccata in un angolo all’interno di un locale di intrattenimento, questa estate  si è presentato sul luogo di lavoro  pretendendo in maniera reiterata di parlare con lei e tentando di rompere il vetro del locale con la spalla e con la testa".

Il 28enne, inoltre, avrebbe applicato  del nastro isolante al citofono dell’abitazione della  ragazza facendolo così suonare ininterrottamente.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Molesta e minaccia anche sui social una ragazza, divieto di avvicinamento
BrindisiReport è in caricamento