Cronaca Torchiarolo

A Torre S.Gennaro un nuovo comitato per la riqualificazione del territorio

A Torre San Gennaro, marina del Comune di Torchiarolo nasce un altro comitato di cittadini finalizzato alla riqualificazione e promozione del territorio: si chiama Borgo Antico ed è stato voluto da un gruppo di 34 villeggianti stanchi di vedere la marina sempre più in degrado

TORRE SAN GENNARO – A Torre San Gennaro, marina del Comune di Torchiarolo nasce un altro comitato di cittadini finalizzato alla riqualificazione e promozione del territorio: si chiama Borgo Antico ed è stato voluto da un gruppo di 34 villeggianti stanchi di vedere la marina sempre più in degrado. Si è costituito l’1 agosto scorso. Nel giro di poche settimane ha trovato il sostegno di 500 villeggianti e frequentatori di Torre San Gennaro, segno sono tanti coloro che non vogliono più accettare  il “tracollo” della marina, un tempo fiore all’occhiello della costa a sud di Brindisi per le numerose attività ricettive e servizi presenti sul territorio. Tanto per fare qualche esempio c’era  un’infermeria, una sede distaccata della Guardia di finanza, edicole, macellerie, la Farmacia, negozi di abbigliamento e oggettistica varia. C’erano i giochi di strada e divertimento per tutte le età. Oggi le attività commerciali e di ristorazione si contano sulle dita delle mani. Il direttivo è composto da Cosimo Carella, Luciano De Matteis (presidente), Marco Paganelli (vice presidente), Marialuisa Sozzo, Paola Sozzo, Giovanni Verdura, Rosanna Fanigliulo, Francesco Rascazzo, Enzo Miglietta. (nella foto in basso il porticciolo)

panoramica porticciolo torre san gennaro-2

Tra gli obiettivi del comitato c’è anche quello “di cambiare qualcosa a riguardo del progetto di risanamento e rifacimento del molo turistico di Torre San Gennaro – Torchiarolo – Brindisi – via Lungomare dei Pescatori e in particolare del “mercato del pesce” che dovrebbe sorgere come da progetto”, si legge nel verbale di assemblea del 9 settembre scorso dove è anche stata presa la decisione di incontrare ufficialmente il sindaco di Torchiarolo insieme al progettista e a tutte le parti coinvolte nel progetto di riqualificazione della marina.

I 34 promotori del comitato sono uniti dalla finalità di “migliorare lo stato dei luoghi della marina stessa e delle marine limitrofe, collaborando con tutti i soggetti interessati (pubblici e privati) affinché si crei un polo turistico d’eccellenza e un piccolo centro urbano residenziale con servizi e infrastrutture adeguate al cittadino (Art. 5 dello Statuto)”. Si legge nel comunicato di presentazione alla cittadinanza diffuso attraverso gli organi di informazione. (nella foto in basso una panoramica di piazzale Garibaldi)

torre san gennaro piazza-2

“La costituzione del comitato prende spunto dalla necessità di cooperare con le Istituzioni e con tutti gli altri Enti privati (comitati precedentemente costituiti) per fare rete comune nel tentativo di migliorare le opere pubbliche che al momento, nonostante gli sforzi profusi con risorse limitate, sono ancora insufficienti per recuperare situazioni di evidente fatiscenza dei luoghi. Il Comitato si impegna altresì a segnalare gli stati di degrado di qualunque natura che possano impedire lo sviluppo e il miglioramento dei luoghi e turbare la tranquillità dei cittadini e dei villeggianti (Art. 7 dello Statuto)”. Per "comitati precedentemente costituiti" si fa riferimento al comitato civico "Il Porticciolo", nato un paio di anni fa con finalità di riqualificazione del territorio

Nel corso del mese di agosto il lavoro dei promotori è stato molto intenso e finalizzato a divulgare, presso i cittadini, gli obiettivi del Comitato stesso. Il risultato è stato sorprendente e al di sopra delle aspettative di tutti sono state raccolte, fino ad ora, oltre 500 firme di sostenitori provenienti da varie località: nello specifico il 57per cento sono di San Pietro Vernotico, il 10 per cento di Torchiarolo, il 23 per cento della rimanente provincia di Brindisi e della provincia di Lecce e il 10 per cento sono cittadini del posto emigrati in varie località italiane ed estere che tutti gli anni tornano a San Gennaro per trascorrere le vacanze”.

posto auto occupato da sedie torre san gennaro-2

Nelle due riunioni, che si sono tenute il 24 agosto e il 9 settembre, il comitato ha espresso richieste e proposte che sono state presentate al sindaco chiedendo risposte e programmando possibili soluzioni e relativa tempistica. Il 15 settembre scorso si è tenuto un incontro ufficiale con il sindaco Nicola Serinelli e il vice sindaco Maurizio Nicolardi, nonché assessore alle per la presentazione del comitato.

“Il sindaco ha mostrato grande interesse per l’iniziativa, assicurando collaborazione e dialogo continuo. Ha anche assunto impegni morali per andare incontro alle richieste fatte e alle esigenze delle centinaia di cittadini sostenitori. Il sindaco ha anche invitato il comitato a partecipare alla riunione della Giunta Comunale che si è tenuta nel pomeriggio. Nel corso di questa riunione, alla presenza del Responsabile dell’Ufficio Tecnico del Comune di Torchiarolo e di un geologo, la Giunta ha discusso sulle iniziative intraprese in occasione del nubifragio dei giorni scorsi e dello stato di Calamità conseguente agli ingenti danni verificatisi sul territorio”. (nella foto in basso da destra: Luciano De Matteis, Nicola Serinelli e Marco Paganelli)

Foto Sindaco-2

“Il sindaco ha infine espresso interesse per le segnalazioni fatte dai vari Enti e Comitati, ha ascoltato gli interventi con attenzione ribadendo l’opportunità di fare rete tra gli organi preposti e le varie rappresentanze, ivi compreso il Comitato “Borgo Antico”, per sperimentare un dialogo costruttivo di democrazia attiva, con l’obiettivo di raggiungere risultati di una migliore vivibilità dei luoghi e di efficienza dei servizi al cittadino, per la soddisfazione di tutta la collettività”.

Gli argomenti trattati nella seduta del 24 agosto scorso sono: mancanza di illuminazione pubblica su strada di accesso “Campo di Mare/Torre San Gennaro e scarsa o inesistente su vie secondarie, mancanza di parcheggi, strade piene di buche che necessitano di nuova copertura d’asfalto, mercatini improvvisati per la vendita di generi alimentari di incerta provenienza in assenza di controllo e garanzie igienico-sanitarie (cozze, pesce, frutta, verdura ecc.), mancanza totale di segnaletica e regolamentazione del traffico soprattutto sulle vie maggiormente trafficate (es. via Lungomare) e secondarie, regolamentazione dell’utilizzo degli scivoli per l’accesso al mare delle barche, barche e carrelli su suolo pubblico, corretto posizionamento delle boe per delimitare la zona balneabile e quella navigabile. Poi si è discusso di “Salvaguardia del paesaggio e tutela dell’ambiente”: “non dovrebbero essere realizzate opere che possano deturpare il paesaggio e/o l’ambiente (es. mercato del pesce su via Lungomare.

scivolo sporco torre san gennaro-2

Spiaggia del “mare te le fimmine”: bonifica lido abbandonato e realizzazione di spiagge libere. Bonifica dei terreni di proprietà di privati e attualmente in stato di abbandono, con ordinanza di manutenzione ordinaria. Particolare attenzione è stata posta anche al “degrado igienico-sanitario”: seggiole, tavolini e ombrelloni fatiscenti su suolo pubblico; mancanza di pulizia strade e spiagge; ottimizzare, con raccolta differenziata, il servizio di nettezza urbana anche sulle spiagge, regolata da orari e giorni prestabiliti effettuando controlli e comminando sanzioni ai trasgressori. Ordine pubblico e sicurezza: assenza totale delle forze dell’ordine: mancanza di controllo e prevenzione, posizionamento di telecamere per il controllo e la sicurezza di esercizi e attività. Servizi: realizzazione dei servizi di base (pubblici e privati), realizzazione di spiagge per disabili con passerelle di accesso.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Torre S.Gennaro un nuovo comitato per la riqualificazione del territorio

BrindisiReport è in caricamento