Giovedì, 21 Ottobre 2021
Cronaca Via Fratelli Cervi

A un mese dall'apertura: incendiata la pizzeria di parco Di Giulio

A un mese dall'apertura, sono stati devastati da un raid incendiario i locali che ospiteranno la pizzeria di Parco Di Giulio. Il rogo è stato appiccato intorno alle ore 5 della scorsa notte (22-23 maggio)

BRINDISI – A un mese dall’apertura, sono stati devastati da un raid incendiario i locali che ospiteranno la pizzeria di Parco Di Giulio. Il rogo è stato appiccato intorno alle ore 5 della scorsa notte (22-23 maggio). L’edificio (lo stesso originariamente adibito a servizi igienici) si trova nella zona del polmone verde confinante con via Fratelli Cervi, fra l’asilo nido e il bar (già attivo da qualche mese). I malviventi hanno rotto con dei bastoni un paio di porte vetrate, sono entrati nell’immobile, hanno depositato al suo interno dei copertoni e hanno scatenato l’inferno.

Mentre i delinquenti si davano alla fuga, gli pneumatici prendevano rapidamente fuoco, sprigionando una densa colonna di fumo nero che ha Incendio pizzeria parco di Giulio 7-2suscitato forte allarmismo fra i residenti delle palazzine limitrofe, svegliati dall’odore intenso di bruciato. Sul posto sono subito arrivati i vigili del fuoco. Questi hanno lasciato il parco solo intorno alle ore 6,15, dopo essersi assicurati che il locale fosse in sicurezza. Per i rilievi del caso si sono recati i poliziotti della Sezione volanti.

Contattato dalle forze dell’ordine alle prime luci del giorno, il gestore dell’esercizio ha immediatamente raggiunto il parco, imbattendosi in uno scenario desolante. Il 24enne Benito Vittorio Cesaria, da tempo attivo nel ramo della ristorazione, aveva preso in concessione la struttura aggiudicandosi il bando comunale. Aveva deciso di investire in questa impresa i soldi versatigli dall’assicurazione a seguito di un gravissimo incidente stradale in cui era rimasto coinvolto anni fa. Ripresosi dopo un lungo calvario, Benito non si era arreso a un destino avverso e con coraggio aveva deciso di mettersi in proprio per la prima volta in vita sua, aprendo una pizzeria.

Incendio pizzeria Parco Di Giulio 2-2-2“L’attività – dichiara Benito – si chiamerà ‘Never give up’: mai arrendersi. La aprirò fra un mese. Quello che mi hanno fatto questa notte non cambierà i nostri programmi. Fin da subito ci rimboccheremo le maniche per ripristinare il locale e renderlo agibile in tempo utile per l’inaugurazione”.

Cesaria ha già fatto un primo sopralluogo insieme al piastrellista che stava effettuando i lavori di restyling dell’edificio, che proprio oggi si sarebbero dovuti concludere. L’incendio è una dura botta da un punto di vista psicologica, ma Benito, appunto, non si arrende. “Non so per quale ragione – dichiara sconsolato il pizzaiolo – abbiano fatto questo. Noi siamo umili lavoratori. Non abbiamo problemi con nessuno e non abbiamo mai fatto del male a nessuno”.

Spetterà agli investigatori chiarire il movente del raid. Di certo il loro lavoro è complicato dall’assenza di telecamere. Basti pensare che non si vede un solo occhio elettronico nel raggio di decine ci metri. I malviventi sicuramente avranno tenuto conto di questo aspetto, quando hanno preso di mira la pizzeria. Ma fra un mese, quel locale aprirà comunque. "E' a quasi due anni - conclude Cesaria - che aspettavo il via libera per partire. E così sarà. Fra un mese ci sarà l'inaugurazione". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A un mese dall'apertura: incendiata la pizzeria di parco Di Giulio

BrindisiReport è in caricamento