menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

A Villa Castelli un ufficio tributi online per i cittadini: informazioni, chiarimenti, modulistica

Villa Castelli è il primo Comune della provincia di Brindisi (finora l'unico) e tra i primi in Puglia nel fornire ai contribuenti uno Sportello Telematico, direttamente accessibile dal sito dello stesso Comune

VILLA CASTELLI - Villa Castelli è il primo Comune della provincia di Brindisi (finora l’unico) e tra i primi in Puglia nel fornire ai contribuenti uno Sportello Telematico, direttamente accessibile dal sito dello stesso Comune.

Si tratta di un vero e proprio ufficio tributi online, posto nella homepage del Comune (www.comune.villacastelli.br.it), cui tutti i contribuenti potranno, 24 ore su 24 e tutti i giorni dell’anno, consultare ed analizzare la propria posizione contributiva, comunicare i propri quesiti, chiedere chiarimenti. Il link consente inoltre la stampa degli inviti di pagamento della Tari e degli F24 per quanto riguarda i tributi Imu e Tasi. Ovviamente, per accedere è necessaria la registrazione con una propria password; l’accesso può inoltre essere effettuato sia per conto proprio sia per mezzo di apposita delega.

Il servizio è fornito dalla società Mediterranean Service Company srl (www.mediterservice.net), che offre appunto servizi di supporto agli enti locali per adempiere a tutte le fasi operative, compresa la riscossione coattiva. “Un risultato eccellente – è il commento del responsabile dell’Ufficio Finanziario, Pietro Ciracì – frutto di un’attività basata prima sull’individuazione di un software dotato di caratteristiche specifiche e, successivamente, sulla bonifica e l’allineamento delle banche dati”.

Ovvia la soddisfazione del sindaco Vitantonio Caliandro: “Si viene così ad affermare – spiega - il diritto del contribuente, in quanto dà la possibilità di allineare i dati a disposizione del cittadino con quelli conosciuti dall’Ufficio, a tempo e costo zero, garantendo al contempo la massima trasparenza ed anticipando l’eventualità di un contenzioso, che potrebbe sorgere a causa di una banca dati scorretta o non aggiornata. E ciò equivale a creare un dialogo istantaneo, capace di instaurare un rapporto di fiducia e non più conflittuale tra l’Amministrazione ed il cittadino-contribuente”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Le nuove aperture in pandemia, simbolo di coraggio e speranza

Attualità

Puglia. Wedding: regole sanitarie e "covid manager" per ripartire

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento