Giovedì, 28 Ottobre 2021
Cronaca

Abbandono rifiuti, altre sette telecamere per stanare gli incivili

Individuati 28 siti: controlli anche di notte a rotazione di polizia locale e forestali, progetto da 16mila euro

BRINDISI – Altre sette telecamere per stanare gli incivili irrispettosi delle regole della raccolta di rifiuti in città e, prima ancora, del buon senso: da Palazzo di città parte l’offensiva contro gli “sporcaccioni”, con un progetto che prevede il controllo video a rotazione di 28 siti, fra strade urbane ex extraurbane, con occhi posizionati su indicazione della polizia locale e dei carabinieri forestali.

Si parte con una spesa pari a 16mila euro (Iva compresa) per coprire il costo dell’installazione delle telecamere in grado di effettuare “riprese notturne senza ausilio di illuminatore”, dei cartelli di avviso secondo direttive di legge e del garante della privacy, della “cabina di regia”, di due Sd Card di capacità minima pari a 32 gb. La somma comprende anche i costi legati alla gestione del sistema per la durata di sei mesi.

Le segnalazioni di violazione, unitamente ai video, saranno trasmesse al comando della polizia locale, per l’ambito urbano, e al corpo forestale dello Stato per quelle in ambito extraurbano, anche in considerazione delle particolari casistiche che possono riguardare la tipologia dei rifiuti abbandonati, tra i quali potrebbero esserci scarti speciali pericolosi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Abbandono rifiuti, altre sette telecamere per stanare gli incivili

BrindisiReport è in caricamento