Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Cronaca

Ricomincia l'abbandono dei rifiuti sotto gli occhi dei turisti. Nessuno interviene

Il solito spettacolo indecente di ogni inizio estate, e proprio in una zona dove operano noti agriturismo e lungo una strada, la provinciale 37, che porta diritta a Pennagrossa e Torre Guaceto. Cumuli di rifiuti abbandonati da gente incivile, e dimenticati anche dal servizio di raccolta del Comune di Brindisi, avvertito più volte del problema, ma senza esito

Il solito spettacolo indecente di ogni inizio estate, e proprio in una zona dove operano noti agriturismo e lungo una strada, la provinciale 37, che porta diritta a Pennagrossa e Torre Guaceto. Cumuli di rifiuti abbandonati da gente incivile, e dimenticati anche dal servizio di raccolta del Comune di Brindisi, avvertito più volte del problema, ma senza esito. Protesta vivacemente il presidente della sezione provinciale di Agriturist, l'avvocato Antonello Bruno, che ha segnalato ripetutamente la situazione al dirigente comunale incaricato del coordinamento dels ettore, ricevendone rassicurazioni circa un pronto intervento del personale dell'azienda di igiene urbana, rimaste senza esito.

rifiuti provinciale 37_2-2"I nostri clienti, tutti stranieri, sono schifati da questo spettacolo e noi proviamo profonda vergogna - dice il presidente provincale di Agriturist - non solo per questa manifestazione di profonda inciviltà da parte di numerosi cittadini, che inquinano e sporcano un territorio bellissimo, ma non sappiamo neppura cosa rispondere quando ci chiedono perchè non intervengono le amministrazioni pubbliche per ripulire, prevenire lo scempio e perseguire i responsabili. Sappiamo che questo purtroppo è un problema comune a molte altre zone della provincia, ma ciò non giustifica la mancanza di interventi da parte dell'amministrazione comunale di Brindisi. Che parliamo a fare di turismo se poi la situazione è questa?", dice ancora Antonello Bruno, direttamente coinvolto anche come imprenditore con strutture ed attività agroalimentari nella zona.

Il punto critico è l'ultimo tratto della provinciale Mesagne-Serranova poco prima dell'intersezione con la ex statale 16 tra Brindisi e San Vito dei Normanni, direzione mare. Qui la società di igiene urbana che ha in affidamento il servizio da parte del Comune di Brindisi ha riposizionato una serie di cassonetti, che sino ad un mese fa venivano regolarmente vuotati. Si tratta di un punto di passaggio di gente anche di altri centri urbani che vi abbandona i propri rottami ed i propri rifiuti indifferenziati. Accade ogni anno, ma non è stato mai trovato un rimedio a questa situazione. Non c'è neppure una videocamera per colpire i numerosi trasgressori con le multe che meritano. Nulla. Una vergogna esposta agli occhi delle persone che vengono in vacanza in questo territorio. Almeno si pulisse ogni giorno. Ma neppure quello. Eppure quella è anche la strada da dove transitano i compattatori diretti in discarica. Nessuno può dire che non sapeva.

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ricomincia l'abbandono dei rifiuti sotto gli occhi dei turisti. Nessuno interviene

BrindisiReport è in caricamento