menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Abusi edilizi, costruiva una casa sotterranea in una cava dismessa: denunciato

Denunciato  per realizzazione di interventi edilizi in assenza del prescritto permesso di costruire un brindisino di 47 anni

BRINDISI – Non è sfuggito ai controlli dei Carabinieri forestali un singolare episodio di abuso edilizio, in contrada Mascava del comune di Brindisi: in una cava sotterranea un uomo stava costruendo una casa, senza autorizzazione. Denunciato  per realizzazione di interventi edilizi in assenza del prescritto permesso di costruire. Si tratta di un brindisino di 47 anni, F.M.

Costruzione sotterranea 1-2

La scoperta è stata fatta nell’ambito di un controllo del territorio nelle campagne tra Brindisi e San Vito dei Normanni. Ai militari non è sfuggita la presenza di attrezzature da costruzione nei pressi di una cava dismessa. Da un rilievo più approfondito è emerso che lungo una parete di cava era stata avviata un’attività di scavo, nella roccia calcarenitica (comunemente “tufo”), che aveva prodotto volumetrie interne per due vani e cinque corridoi, per complessivi 140 metri cubi.

L’area in questione, inoltre, è sottoposta a tutela del paesaggio, si trova in prossimità di un canale censito nel Piano Paesaggistico Regionale (art. 181 del Decreto Legislativo n. 42/2004 “Codice dei Beni culturali e del Paesaggio”).

Tutta l’area è stata sottoposta dai carabinieri forestali a sequestro preventivo per evitare che i lavori di scavo potessero proseguire. Sequestrata anche tutta l’attrezzatura impiegata: martelli pneumatici, un generatore, lampade e faro alogeno, scale, carriole, taniche con carburante.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Asl Brindisi: avviso pubblico per l'incarico di direttore generale

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento