rotate-mobile
Domenica, 28 Novembre 2021
Cronaca

"Accoglienza migranti, becera speculazione politica sulla testa di minori"

La segreteria cittadina del Pd di Brindisi: "Da condannare la raccolta di firma contro il progetto"

Riceviamo e pubblichiamo i seguenti comunicati stampa della segreteria cittadina del Pd di Brindisi e del coordinamento citttadino di leu sul progetto per l'accoglienza di minori stranieri nella sede dell'ex delegazione del rione Casale.

Il Pd

Il Pd di Brindisi ritiene di ribadire il proprio appoggio all’Amministrazione comunale in merito alla decisione di candidare l’ex sede della delegazione Casale al Pon Legalità 2014-2020 che punterà ad avere un finanziamento per ospitare all’interno della struttura minori stranieri non accompagnati. Questa decisione consentirà alla città di proseguire nella propria vocazione di accoglienza nei confronti di minori che, lo ricordiamo, si trovano in Italia per sfuggire a situazioni di pericolo. La volontà dell’Amministrazione, appoggiata dalla coalizione di centrosinistra, è quella di offrire un’occasione a questi ragazzi che sia di salvaguardia delle loro vite e di un futuro migliore. 

Il finanziamento inoltre consentirà di recuperare un immobile comunale ora in stato di completo abbandono e, al contempo, di ospitare un numero ristretto (una decina) di minori che saranno accolti in città, nel perfetto spirito di integrazione, e provenienti da strutture esterne i cui costi sono carico del Comune di Brindisi.

Va precisato inoltre che, in linea con il programma elettorale, è confermata la volontà di riaprire le delegazioni nei quartieri. La decisione di destinare quell’immobile ad altro uso non esclude affatto l'apertura del comitato di quartiere in altra sede anche tra quelli confiscati alla mafia. 

Ricordiamo che il Pon Legalità, emanato dal Ministero dell'Interno con a capo il leader della Lega Salvini, è un’occasione per reperire fondi pubblici da destinare alla città. Sul piano strettamente etico riteniamo di condannare le critiche e le strumentalizzazioni che l’opposizione ha messo in atto sull’argomento nelle scorse ore e le riteniamo inutili e dannose sia per l’inesattezza delle informazioni propinate ai cittadini sia per l’assoluta mancanza di sensibilità morale.

Ospitare minori stranieri non accompagnati significa porgere una mano ad una categoria debole che merita un percorso di riscatto, supporto e crescita. Chi, anziché sostenere questa scelta, ha deciso di riversare odio ed intolleranza mostra i propri limiti umani e politici. Raccogliere firme contro questi bambini e manifestare, come purtroppo accadrà nei prossimi giorni, contro di loro è un atto che il Pd di Brindisi sente il dovere di condannare aspramente.

Leu

Liberi e Uguali rispetto alla questione del centro di accoglienza è al fianco dei ragazzi che si spera saranno ospitati nella struttura del Casale. Il coordinamento cittadino dice no a forme di strumentalizzazione,  fiducioso che si riesca a trovare la migliore  serenità nell’accoglienza per il bene dei piccoli ospiti. Da forza di maggioranza, fin dai primi momenti, Liberi e Uguali  ha promosso il dialogo con i cittadini che mostravano perplessità con questo unico fine, perché si è convinti che il dialogo e la condivisione  dei processi decisionali sia la strada migliore per l’ottenimento di risultati positivi per il bene della collettività tutta.

Si è convinti che l'Amministrazione, partecipando al bando del Ministero dell'Interno, abbia scelto la struttura più idonea in termini di benefici per tutti  e che i cittadini del Casale nel tempo sapranno mostrare tutta la loro capacità solidale e di accoglienza.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Accoglienza migranti, becera speculazione politica sulla testa di minori"

BrindisiReport è in caricamento