rotate-mobile
Lunedì, 24 Giugno 2024
Cronaca Carovigno

Accoltellamento di Ferragosto a Torre Santa Sabina: interrogato un sospettato

I carabinieri hanno ascoltato dapprima la vittima e sono emersi nuovi dettagli. Il fatto è avvenuto davanti a molte persone, ma non sono giunte testimonianze

CAROVIGNO - Ci sarebbe un sospettato per l'accoltellamento della notte di Ferragosto a Torre Santa Sabina, marina di Carovigno. E sarebbe stato peraltro interrogato dai carabinieri che conducono le indagini. La svolta è arrivata nel pomeriggio di ieri, venerdì 18 agosto, quando i militari hanno potuto ascoltare la versione della vittima, K.K., 32enne originario del Gambia, guardiano di un lido in località Mezzaluna. Da qui, il successivo e consequenziale interrogatorio. Altro particolare, non di poco conto: il fatto sarebbe avvenuto a locale aperto e pieno di gente. Ma di testimonianze dirette, non ne sono arrivate. 

Il guardiano ritrovato sanguinante

I fatti della notte del 15 agosto: intorno alle 2 di notte un cittadino, passeggiando, nota un ragazzo accasciato al suolo, nei pressi dell'area docce del lido T-Beach, località Mezzaluna. Chiama carabinieri e 118. Il ragazzo, che risulterà essere il guardiano del lido, è cosciente, viene trasportato al Perrino di Brindisi. Il giorno successivo sarà trasportato al Vito Fazzi di Lecce. Ha ferite da arma da taglio sul torace: è stato accoltellato. La prognosi, inizialmente, è riservata. I carabinieri della compagnia di San Vito Dei Normanni, da cui dipende la stazione di Carovigno, devono ovviamente aspettare che il giovane si riprenda per avere qualche elemento. Anche perché l'area dove è stato rinvenuto il giovane non è servita da sistemi di sorveglianza.

La svolta nelle indagini dalla voce del giovane

Come detto, ieri i carabinieri hanno la possibilità di ascoltare la versione del giovane. Innanzitutto: nessuna lite pregressa. La vittima conoscerebbe l'aggressore. I militari riescono a risalire a un sospettato e lo interrogano. Le indagini restano nel riserbo, com'è ovvio che sia in tali, delicati, frangenti. Il movente, per esempio, qual è? Al netto di questi particolari, un altro dettaglio non può non saltare all'occhio: l'aggressione sarebbe avvenuta a lido attivo e funzionante, dunque pieno di gente. Eppure. Eppure ai carabinieri non giunge nessun aiuto in tale senso. Non una testimonianza, non una voce. Davvero nessuno si è reso conto che un giovane lavoratore è stato aggredito? Parrebbe di no. O, forse, chi ha visto, ha preferito tenere per sé quanto accaduto.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Accoltellamento di Ferragosto a Torre Santa Sabina: interrogato un sospettato

BrindisiReport è in caricamento