Lunedì, 18 Ottobre 2021
Cronaca

Accordo Formica-Nubile: c'è il nodo fideiussione. Oga chiede proroga

Una richiesta di proroga di dieci giorni dell'accordo che Formica Ambiente aveva sottoscritto una settimana fa con Nubile, il gestore degli impianti comunali legati al ciclo rifiuti, e che scade alla mezzanotte di domani. Questo è quanto emerge dalla riunione dell'Oga svoltasi questa mattina (lunedì 23 marzo) alla presenza dei sindaci della provincia

BRINDISI - Una richiesta di proroga di dieci giorni dell’accordo che Formica Ambiente aveva sottoscritto una settimana fa con Nubile, il gestore degli impianti comunali legati al ciclo rifiuti, e che scade alla mezzanotte di domani. Questo è quanto emerge dalla riunione dell’Oga svoltasi questa mattina (lunedì 23 marzo) alla presenza dei sindaci della provincia in merito all’emergenza rifiuti.

Sono tanti i nodi da sciogliere sulla questione, primo tra tutti il pagamento delle spettanze per lo sversamento dei rifiuti nella discarica Formica e le garanzie che gli addetti ai lavori chiedono a Nubile con una fideiussione da poco meno di 500mila euro da incassare in caso di ritardo  nell’arrivo del compenso pattuito. Ma, allo stato attuale, nessuno pare sia intenzionato ad assumersi una responsabilità del genere e  l’unica soluzione individuata per tamponare una ulteriore emergenza rifiuti, quasi dietro l’angolo,  al momento è quella di soprassedere qualche giorno in attesa di risposte che arrivino dalla Regione Puglia. 

Da Palazzo di Città, infatti, fanno sapere che domani (martedì 24 marzo) alle ore 11, una delegazione di tre sindaci oltre ad alcuni dirigenti dell’Oga (organo di governo d’ambito che si occupa di impiantistica legata al ciclo dei rifiuti) si recherà a Bari per capire in primo luogo se esiste o meno la possibilità di riattivare in breve tempo la discarica di Autigno, in secondo luogo se ci sono le condizioni affinché le varie amministrazioni comunali possano impegnarsi formalmente e direttamente con Formica Ambiente nel caso la ditta Nubile dovesse venir meno all’accordo.

E questo, d’altra parte, lo si saprà contestualmente quando sempre nella giornata di domani Luca Screti, amministratore della ditta di smaltimento rifiuti, incontrerà i gestori della discarica per discutere della richiesta di proroga avanzata dall’Oga.

“Sono tanti i problemi che ruotano attorno alla questione – afferma l’assessore comunale Antonio Monetti – che devo dire è abbastanza complessa. Non possiamo prendere delle decisioni, impegnarci se non ci sono le condizioni per farlo e senza valutare una serie di situazioni. Chiederemo in Regione in che termini sarà possibile gestire i rapporti con Formica nel caso non si dovessero raggiungere accordi con Nubile. Questo sempre considerando il fatto che noi, amministratori comunali, non possiamo impegnarci con alcuna fideiussione semplicemente perché non esiste un contratto firmato con Formica. Solo nelle prossime ore capiremo qualcosa in più.”

Insomma, quella di domani, probabilmente sarà una giornata di risposte. Da un lato si saprà sia se da Formica Ambiente accetteranno la richiesta di proroga, facendo in modo di non interrompere il servizio di raccolta rifiuti, dall’altro se Autigno verrà riaperta o meno, dopo la chiusura avvenuta per mano della Regione a causa dell’eccessivo inquinamento della falda acquifera. Non resta che aspettare. Al momento è tutto un punto interrogativo.   

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Accordo Formica-Nubile: c'è il nodo fideiussione. Oga chiede proroga

BrindisiReport è in caricamento