rotate-mobile
Cronaca

Accusa stalker, ma era nel suo letto

BRINDISI – Nei guai con l'accusa di stalking, ma quando i poliziotti eseguono l'ordinanza di custodia cautelare in carcere nei suoi confronti, trovano nel suo letto la stessa persona che lo aveva denunciato, la sua fidanzata. Un arresto che ha incredibile quello di questa mattina. Protagonista di questa disavventura il 26enne brindisino S.A.

BRINDISI - Nei guai con l'accusa di stalking, ma quando i poliziotti eseguono l'ordinanza di custodia cautelare in carcere nei suoi confronti, trovano nel suo letto la stessa persona che lo aveva denunciato, la sua fidanzata. Un arresto che ha incredibile quello di questa mattina. Protagonista di questa disavventura il 26enne brindisino S.A.

Il ragazzo è stato trasferito nel carcere di Brindisi, lunedì sarà ascoltato per l'interrogatorio di garanzia che avverrà alla presenza del suo legale di fiducia Luca Leoci. La difesa è già pronta a chiedere la scarcerazione, perchè i fatti non sussistono. Una sorpresa anche per i poliziotti.

I fatti di cui è accusato il 26enne brindisino si riferiscono a episodi di persecuzioni e maltrattamenti e l'ultimo risale proprio al 19 gennaio scorso. Sulla base di approfondite indagini nei giorni scorsi, su richiesta del pubblico ministero Valeria Farina Valaori, il gip Maurizio Saso ha emesso un'ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti del ragazzo che si era reso responsabile dei fatti denunciati dalla giovane donna che poco più di un mese fa si era recata presso gli uffici della questura per denunciare il suo compagno.

Le indagini sono andate avanti ma, nel frattempo, i due ex innamorati si sono riappacificati. La burrasca è apparentemente passata, nonostante le accuse fatte dalla fidanzata si riferiscano a gravi episodi di maltrattamento. Questa mattina però quando i poliziotti si sono recati a casa del giovane hanno trovato, nel suo letto, proprio la donna che lo aveva denunciato. Inutile ogni tentativo dei due giovani innamorati di fermare il corso della giustizia. L'ordinanza era ormai pronta.

Il 26enne è stato trasferito nel carcere di Brindisi in attesa di essere sottoposto all'interrogatorio di garanzia. I due giovani fidanzatini, dopo la burrasca, hanno anche programmato un viaggio a Parigi e questo sarà un elemento in più che il legale di fiducia del ragazzo, l'avvocato Luca Leoci, presenterà al giudice in sede di interrogatorio per ottenere la scarcerazione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Accusa stalker, ma era nel suo letto

BrindisiReport è in caricamento