menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Acqua arancione nel porto di Brindisi, ma non c'è da preoccuparsi

E' dovuta alla presenza di un'alga l'insolita colorazione assunta stamani dall'acqua fra il porto medio e il porto esterno

BRINDISI – Chiazze color arancione sono spuntate stamani nel porto medio e nel porto esterno di Brindisi, fra la diga di Punta Risa e l’ex spiaggia dei sottufficiale della Marina (una caletta in stato d’abbandono che si trova in zona Sciaia, prima dei cantieri navali che precedono il porticciolo turistico). Una certa preoccupazione si è diffusa fra i cittadini che si sono imbattuti in questo scenario. Ma a quanto pare non c’è nulla di cui preoccuparsi.

Da quanto appreso dalla Capitaneria di porto, infatti, l’insolita colorazione assunta dall’acqua è dovuta alla presenza di un’alga: con ogni probabilità la di Noctiluca Scintillans, il nome scientifico di un dinoflagellato che caratterizza con la sua presenza arancione i tratti costieri. Si tratta di un fenomeno biologico che in passato era stato già riscontrato sul litorale di Gallipoli e in altre località salentine. L’inquinamento, insomma, non c’entra nulla. E' la natura ad averci messo lo zampino.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lutto per l'arcivescovo Satriano, è deceduta la mamma Giovanna

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento