rotate-mobile
Domenica, 16 Gennaio 2022
Cronaca

Acque Chiare: solo lo "0831" presenta un'offerta per gestire spiaggia e parcheggio

E' stata presentata una sola offerta per la gestione della struttura balneare e del parcheggio antistante il villaggio turistico "Acque Chiare": quella formulata dai soci del locale notturno "0831" di via Appia. Al comune di Brindisi è pervenuta anche una manifestazione di interesse (che non ha però i crismi di una vera e propria offerta) da parte del consorzio dei proprietari di "Acque Chiare"

BRINDISI – E’ stata presentata una sola offerta per la gestione della struttura balneare e del parcheggio antistante il villaggio turistico “Acque Chiare”: quella formulata dai soci del locale notturno “0831” di via Appia. Al comune di Brindisi è pervenuta anche una manifestazione di interesse (che non ha però i crismi di una vera e propria offerta) da parte del consorzio dei proprietari di “Acque Chiare”.

Il termine per la presentazione delle proposte è scaduto alle ore 12 di martedì 3 giugno. L’avviso pubblico per la gestione dell’area era stato pubblicato lo scorso 13 maggio sull’albo pretorio del comune, dopo che il sindaco Consales, nominato custode giudiziario di una parte del complesso immobiliare, confiscato nel febbraio del 2012 con sentenza del tribunale monocratico di Brindisi, aveva ricevuto il via libera dalla Corte d’appello di Lecce ad affidare a terzi la spiaggia e un’area del villaggio da adibire a parcheggio gratuito fino al 31 ottobre del 2014.

Interesse principale dell’amministrazione comunale è di bonificare e rendere utilizzabile la spiaggia e il vasto parcheggio che ricadono nel villaggio, anche in La spiaggia-2considerazione “della carenza di parcheggi in zona – si legge nella manifestazione di interesse - dell’elevato flusso di bagnanti nel periodo,  estivo e dei disagi e pericoli derivanti dal congestionamento veicolare alla circolazione di mezzi e persone, nonché dell’esigenza di assicurare alla cittadinanza la fruizione di un tratto di costa per la balneazione”.

Ma quali aree verranno affidate ai privati? Il Comune ha diviso il complesso in due comparti: A (piscina con annessi servizi e locali accessori; ingresso comparto A e viali verso piscina e spiaggia; reception-ambulatorio; ristorante; cabine-spogliatoio; piscina piccola e zona ombrelloni; bar esterno a servizio piscina e cabine) e B (parcheggio A; portineria ingresso; cabina trasformazione; parcheggio impianti sportivi; campo di basket; campo di calcetto; blocco palestra; strutture a servizio dell’anfiteatro; anfiteatro; parcheggio B). „La gestione verrà affidata attraverso un contratto di concessione che, come stabilito dalla Corte d’appello, avrà due scadenza: il 31 ottobre 2014 per quanto concerne la gestione del parcheggio; il 31 dicembre 2015 per quanto riguarda la gestione della struttura balneare.

Nel caso in cui il Comune dovesse perdere la qualifica di custode giudiziario, il contratto si risolverà di diritto. L’eventuale gestore del complesso, inoltre, dovrà sostenere esclusivamente a proprie spese gli investimenti finalizzati alla ristrutturazione e alla fruizione delle strutture. E fra gli obblighi di cui l’affidatario dovrebbe farsi carico, ricadrebbero anche; la messa in sicurezza dell’intera area; la riconsegna della struttura al termine della concessione L'ingresso del villaggio-3-2comprensiva degli interventi migliorativi effettuati; il mantenimento in efficienza, sicurezza e stato di decoro e pulizia della struttura.

Era questa l’unica via percorribile per restituire dignità a quello che fino al fatidico giorno del sequestro era il fiore all’occhiello del litorale nord di Brindisi: un sogno vissuto a occhi aperti, trasformatosi poi in un incubo. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Acque Chiare: solo lo "0831" presenta un'offerta per gestire spiaggia e parcheggio

BrindisiReport è in caricamento