menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Acquisti con bonifici bancari falsi, denunciati per truffa due dipendenti di un circo acquatico

V.G. 28 anni originario della provincia di Taranto e G.D. 43 della provincia di Sassari avrebbero comprato vini ed elettrodomestici consegnando solo delle stampe: il pc trovato a Campo di Mare nella struttura itinerante

SAN PIETRO VERNOTICO - Elettrodomestici e vini, per almeno cinque mila euro, acquistati con bonifici bancari falsi, spediti via mail: con l'accusa di truffa sono stati denunciati due uomini, entrambi dipendenti di un circo acquatico a Campo di Mare, dove è stato trovato il computer usato per le stampe. Sotto inchiesta sono finiti V.G. 28 anni, originario della provincia di Taranto e G.D.  43, originario della provincia di Sassari quest’ultimo gravato da numerosi precedenti di polizia per truffa

Le indagini dei finanzieri

Le indagini che hanno portato alla scoperta del meccanismo sono state condotte dai finanzieri della tenenza di San Pietro Vernotico, partendo da una segnalazione arrivata da un imprenditore titolare di un'azienda con sede a San Pietro: il libero professionista, da anni impegnato nella vendita di elettrodomestici, lamentava di aver subito un raggiro. Una truffa per mano di due persone. Gli accertamenti hanno fatto venire a galla un raggiro analogo ai danni del titolare di una casa vitivinicola della zona.

La truffa contestata

"Il meccanismo truffaldino consisteva nel far credere al titolare dell’attività economica presa di mira, ovvero ai dipendenti addetti alle vendite, che l'acquirente avesse operato un bonifico bancario corrispondente al valore della merce acquistata, che veniva così consegnata in buonafede", spiegano dalla sede della tenenza della Guardia di Finanza di San Pietro.  "In realtà, le stampe cartacee esibite per attestare l’avvenuta esecuzione delle operazioni finanziarie, venivano abilmente artefatte attraverso l’impiego di un computer collegato ad un hard disk esterno ed inviate con posta elettronica".

La perquisizione

Le strumentazioni informatiche sono state trovate e sequestrate dai militari delle fiamme gialle, quale elemento di prova, nel corso di una perquisizione effettuata in località Campo di Mare (San Pietro Vernotico), all’interno delle strutture di un circo acquatico itinerante, presso il quale dimoravano entrambi i denunciati per truffa.

La perquisizione, inoltre, ha consentito ai finanzieri il rinvenimento ed il sequestro di 14 elettrodomestici di vario tipo (lavatrici, televisori ed altre piccole apparecchiature) e di  200 bottiglie di pregiato vino ed olio etichettate con il logo della casa vitivinicola, per un valore complessivo di oltre cinquemila euro.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Consorzio Asi: l'avvocato Vittorio Rina è il nuovo presidente

Ultime di Oggi
  • Emergenza Covid-19

    Covid, Puglia: pressione ancora alta sugli ospedali, altri 39 decessi

  • Attualità

    Donne e politica: "Un mondo ancora pieno di pregiudizi"

  • Sport

    Palaeventi: Comune di Brindisi - New Arena all’atto finale

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento