Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Cronaca

“Action day” contro furti e rivendita di rame, sequestri anche a Brindisi

Coinvolta anche Brindisi nell'operazione "action day" delle forze di polizia contro il furto e la rivendita di rame e altri metalli che so è svolta nella giornata di oggi contemporaneamente in 16 Stati membri dell'Ue. L'azione ha visto il coordinamento italiano a cura della Direzione centrale della Polizia criminale ed è stato il risultato di un'iniziativa lanciata durante un incontro presso l'Europol svoltosi il 19 e 20 gennaio 2015

BRINDISI – Coinvolta anche Brindisi nell’operazione “action day” delle forze di polizia contro il furto e la rivendita di rame e altri metalli che so è svolta nella giornata di oggi contemporaneamente in 16 Stati membri dell'Ue. L'azione ha visto il coordinamento italiano a cura della Direzione centrale della Polizia criminale ed è stato il risultato di un'iniziativa lanciata durante un incontro presso l'Europol svoltosi il 19 e 20 gennaio 2015. Le forze dell'ordine hanno effettuato controlli presso i rottamai, nei cantieri, lungo le strade di frontiera e binari ferroviari. Sono stati controllati anche numerosi soggetti sospettati di ricettazione. Le Forze di Polizia hanno preso parte all'action day nel territorio nazionale complessivamente con 11.883 operatori.

I porti maggiormente interessati dalle esportazioni e dalle importazioni sono stati Genova e Ravenna, con 600 tonnellate di materiale sequestrato. Ulteriori controlli doganali sulle spedizioni di rame sono stati effettuati presso gli uffici delle dogane di Trieste, Como, Napoli, Bari e Brindisi con il sequestro di 300 tonnellate di materiale. Sono stati eseguiti numerosi arresti e sequestri anche negli altri Paesi europei.

Sono state controllate 31.473 persone (34 le persone arrestate e 312 quelle denunciate a piede libero per 45 casi di furto e 830 altri crimini o violazioni amministrative) e 2.664 aziende operanti nel settore del riciclo dei metalli. Complessivamente sono stati sequestrati 45 mezzi di trasporto, 1.229.511 Kg di rame per un controvalore di circa euro 5.787.308 e 44.701 chilogrammi di altri metalli (ferro/acciaio, alluminio, piombo, etc), per valore di circa euro 6.394, per un totale di circa euro. 5.793.700. L'Agenzia delle Dogane ha impegnato oltre 150 funzionari doganali che hanno effettuato 251 controlli, relativi a numerose bollette doganali di importazione ed esportazione riferibili a container e veicoli industriali e traffico veicolare minore. Il quantitativo totale di cascami e rifiuti di rame sottoposto a controllo doganale ammonta a circa 900 tonnellate. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Action day” contro furti e rivendita di rame, sequestri anche a Brindisi

BrindisiReport è in caricamento