rotate-mobile
Mercoledì, 19 Gennaio 2022
Cronaca

Addio a Dalla, pugliese di adozione

ROMA – Lutto nel mondo della musica d’autore: si è spento stamane all’improvviso, il cantautore Lucio Dalla, bolognese doc e pugliese di adozione. L’artista è rimasto vittima di un attacco cardiaco a Montreaux, in Svizzera, dove si trovava per una serie di concerti, l’ultimo dei quali tenuto ieri. Il 4 marzo avrebbe compiuto 69 anni. Un connubio indissolubile quello che ha legato Lucio Dalla alle fascinose Isole Tremiti (di casa nell'isola di San Domino). In difersa del Mare di Puglia s’era schierato con forza lo scorso anno, organizzando una grande manifestazione canora per dire No al Petrolio. "Un amico caro, un amico della Puglia e dei pugliesi. Rimarrà nei nostri cuori". Così il governatore della Puglia Nichi Vendola lo ricorda su Twitter.

ROMA - Lutto nel mondo della musica d'autore: si è spento stamane all'improvviso, il cantautore Lucio Dalla, bolognese doc e pugliese di adozione. L'artista è rimasto vittima di un attacco cardiaco a Montreaux, in Svizzera, dove si trovava per una serie di concerti, l'ultimo dei quali tenuto ieri. Il 4 marzo avrebbe compiuto 69 anni. Un connubio indissolubile quello che ha legato Lucio Dalla alle fascinose Isole Tremiti (di casa nell'isola di San Domino). In difersa del Mare di Puglia s'era schierato con forza lo scorso anno, organizzando una grande manifestazione canora per dire No al Petrolio. "Un amico caro, un amico della Puglia e dei pugliesi. Rimarrà nei nostri cuori". Così il governatore della Puglia Nichi Vendola lo ricorda su Twitter.

Secondo quanto si è appreso, Dalla ieri sera stava bene ed era andato a dormire sereno. Stamane il malore che non gli ha lasciato scampo. L'ultima apparizione artistica per il pubblico italiano è avvenuta poche settimane fa all'ultimo Festival di Sanremo, cui Dalla ha partecipato con il brano Nanì insieme con il giovane cantante Pierdavide Carone.

Dopo il festival di Sanremo, Lucio Dalla era impegnato da pochi giorni in un tour internazionale che avrebbe concluso il 30 marzo a Berlino. La tournee era cominciata a Lucerna il 27 ed era proseguita la sera successiva a Zurigo. Dopo la tappa di Montreux, in programma ieri sera, il tour prevedeva altre date tra cui Basilea, Berna, Ginevra, Lugano, Parigi, Dusseldorf, Amburgo, Brema, Francoforte, Lussemburgo, Stoccarda e Monaco, fino alla tappa conclusiva a Berlino.

Il tour europeo era una consuetudine che si ripeteva dai primi anni Ottanta a intervalli regolari e che poneva il cantautore tra gli artisti meglio radicati tra le preferenze delle platee europee più attente.

Nei concerti internazionali Dalla interpretava i più grandi successi che l'hanno reso famoso in tutto il mondo e inserito a pieno titolo nella storia della musica italiana contemporanea: da "Caruso" a "4 marzo 1943", da "Come è profondo il mare" a"'Balla balla ballerino", da "L'anno che verrà" a "Futura" e "Piazza Grande".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Addio a Dalla, pugliese di adozione

BrindisiReport è in caricamento