rotate-mobile
Mercoledì, 26 Gennaio 2022
Cronaca Latiano

Addio con Vasco Rossi alle due amiche

LATIANO - Silenzio e dolore da questa mattina stordiscono la chiesa del Sacro Cuore di Latiano, dove sono giunte le salme di Mariateresa Nisi e Lorena Lecci, le due amiche 21enni che hanno perso la vita in un incidente stradale mercoledì sera sulla via vecchia che da Mesagne conduce a Latiano. Il funerale è iniziato nel pomeriggio alle ore 15. Due bare bianche per le due amiche, vicine ancora una volta, con sopra una foto di loro due insieme. Palloncini bianchi sono volati nel cielo per all'uscita dei feretri dalla chiesa, con la musica di Vasco Rossi per l'ultimo saluto.

LATIANO - Silenzio e dolore da questa mattina stordiscono la chiesa del Sacro Cuore di Latiano, dove sono giunte le salme di Mariateresa Nisi e Lorena Lecci, le due amiche 21enni che hanno perso la vita in un incidente stradale mercoledì sera sulla via vecchia che da Mesagne conduce a Latiano. Il funerale è iniziato nel pomeriggio alle ore 15. Due bare bianche per le due amiche, vicine ancora una volta, con sopra una foto di loro due insieme. Palloncini bianchi sono volati nel cielo per all'uscita dei feretri dalla chiesa, con la musica di Vasco Rossi per l'ultimo saluto.

"Vivere o niente" è il titolo della canzone di Vasco Rossi, che le due amiche Mariateresa e Lorena, strappate alla vita due giorni fa adoravano e ascoltavano sempre, e che gli amici oggi, hanno voluto far ancora una volta ascoltare, facendola diventare la colonna sonora del loro viaggio senza ritorno. "Rivelerò cose che nessuno sa di me, e lo farò solo perchè tu non sai com'è. Brividi sento quando guardo i lividi che han lasciato segni dentro", recita la canzone di Vasco. Un segno che non andrà via è la morte delle due 21enni.

"Quando ho saputo l'altra sera dell'incidente - ha detto don Antonio Ribezzi durante l'omelia - ho pensato che quella strada ha già tolto altre vite, come quelle di una mamma e della sua figlioletta. Dobbiamo pensare che Dio è anche nella morte". Difficile è anche trovare le parole giuste in un momento di dolore come questo, come la perdita di un figlio. Nella chiesa oggi si respiravano  sofferenza e dolore. Nonni, mamme e papà,  fratelli, cugini tutti stretti a guardare quelle due bare bianche ricoperte di fiori dello stesso colore.  "Credo che perdere un figlio sia il dolore più grande per una mamma. - ha commentato una signora fuori dalla chiesa - Quando questo avviene si è toccato il fondo. Una mamma ha perso tutto".

Un funerale silenzioso quello di oggi per le due ragazze. Due famiglie perse e distrutte nella perdita di Mariateresa e Lorena. Due famiglie che oggi occupavano gli stessi banchi della chiesa Sacro Cuore per salutare le proprie "bambine". A metà cerimonia la mamma di Lorena, Anna, ha lasciato la chiesa per un mancamento ma poi è voluta rientrare e non staccarsi dalla propria figlia. Il papà, invece, le ha scritto: "Resterai sempre nel mio cuore, non ti dimenticherò mai. Ti voglio bene mia piccola Lorena. Tuo papà Gaetano".

Lorena Lecci e Mariateresa Nisi sono morte a causa di un terribile incidente stradale avvenuto mercoledì scorso poco dopo le ore 20, sulla vecchia via che da Mesagne conduce a Latiano. Una strada oramai non frequentata, buia e tortuosa ma che le ragazze hanno comunque scelto per far ritorno a casa. Qualcosa però è andato storto e Mariateresa Nisi che era alla guida della sua Fiat Punto, ha perso il controllo dell'auto andando a sbattere su un albero di ulivo. Non c'è stato scampo per le due amiche per la pelle. I loro corpi sono stati estratti dalle lamiere dai vigili del fuoco. Un viaggio senza ritorno anche per Lorena e Mariateresa su quella maledetta strada che è già stata causa di altre vittime.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Addio con Vasco Rossi alle due amiche

BrindisiReport è in caricamento