menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

“Adescamento di una minorenne davanti alla scuola”: imputato brindisino di 71 anni

Il pensionato inizialmente era accusato di stalking ai danni della ragazzina, sua vicina di casa: “Mai fatto nulla di male”. Rischia la condanna a tre anni

BRINDISI – Adescamento di una ragazzina di 14 anni, davanti a una scuola: l’accusa è stata mossa nei confronti di un pensionato brindisino di 71 anni, già imputato per stalking ai danni della stessa giovane.

L'accusa


Il pubblico ministero Raffaele Casto, questa mattina in udienza, 25 gennaio 2018, ha modificato il capo di imputazione in precedenza formulato a carico dell’anziano, difeso dall’avvocato Paoloantonio D’Amico, ritenendo che ci siano tutti gli estremi per contestare l’altra fattispecie di reato, dopo aver sentito lo stesso pensionato. E dopo aver rivolto una domanda specifica alla minore, i cui genitori si sono già costituiti parte civile in giudizio e sono rappresentati dall’avvocato Rocco Barletta.

L'imputato


L’imputato oggi è stato presente in Tribunale, per la prima udienza del processo in abbreviato chiesto dal suo difensore, divanzi al gup Stefania De Angelis. Al giudice il pm aveva chiesto di interrogare la ragazzina per approfondire alcuni aspetti ritenuti poco chiari dopo l’ascolto della minore secondo la formula protetta, garantita dall’incidente probatorio. A questa istanza, condivisa dal legale della parte lesa, si è opposto il difensore dell’imputato: secondo l’avvocato D’Amico sarebbe stato necessario e opportuno interrogare il pensionato, in considerazione del fatto che mai era stata sentita la sua versione dei fatti.

Il gup ha accolto l’eccezione e di conseguenza ha disposto l’ascolto dell’imputato: “E’ vero che conosco la ragazzina”, ha detto dopo aver precisato che si tratta di una minore che abita nelle vicinanze della sua abitazione. “Ma non le ho mai fatto niente di male, né l’ho pedinata in auto oppure a piedi, né tanto meno l’ho molestata. Una sola volta le ho toccato una spalla”.

L'inchiesta

Il processo scaturisce da una segnalazione arrivata ai carabinieri dal dirigente scolastico dell’istituto frequentato dalla ragazzina, a sua volta allarmato dal racconto reso da una bidella. La donna riferì di aver visto un uomo di una certa età avvicinarsi a una studentessa che lei conosceva bene. A conclusione dell’inchiesta, è stato chiesto il rinvio a giudizio del pensionato per stalking, oggi modificato in adescamento di minore, reato per il quale, in caso di condanna si rischia sino a tre anni di reclusione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Asl Brindisi: avviso pubblico per l'incarico di direttore generale

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento