menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Aerei scongelati a secchiate: ispezione dell'Enac e "blitz" di Pinuccio

L'inviato di Striscia la notizia si è occupato del caso dell'aero scongelato con secchiate di acqua calda. I tecnici Enac hanno effettuato una verifica delle operazioni aeroportuali. D'Attis: "Disagi inauduti"

BRINDISI – Blitz di Pinuccio, l'inviato del tg satirico "Striscia la notizia", all'aeroporto di Brindisi, dopo il caso dell'aereo scongelato con secchiate. Pinuccio ha intervistato il caposcalo Gabriele Osservanti, il quale ha dichiarato che, su richiesta del comandante, gli addetti alla pista hanno cosparso di acqua calda le ali di un aereo Ryanair, nel pieno dell'emergenza neve che nella giornata di venerdì (4  gennaio) ha provocato il dirottamento e la cancellazione di numerosi voli. 

Pinuccio ha intervistato telefonicamente anche il deputato Mauro D'Attis (Forza Italia). Questi infatti ha sollevato il caso, divulgando un video in cui si vedono gli operatori al lavoro con i secchi. Il parlamentare ha inoltre denunciato il fatto che l’aeroporto del Salento, a differenza di quello di Bari, entrambi controllati da Aeroporti di Puglia, fosse sprovvisto di un macchinario che elimina il ghiaccio. 

D'Attis: "Disagio inaudito per 4mila persone"

"Rispetto alle procedure - dichiara D'Attis a BrindisiReport - le risposte le darà, per quanto mi riguarda, il ministro dei Trasporti e io mi Mauro D'Attisinformerò attraverso l’interrogazione. Il ministro non è lui direttamente responsabile ma è l’interfaccia naturale di un parlamentare per avere informazioni rispetto alla sicurezza aerea, che è di competenza nazionale".

"Detto questo - prosegue il parlamentare - al netto delle procedure, è importante aver rilevato che un aeroporto così importante come quello di Brindisi non abbia potuto fronteggiare una giornata di poca neve che c’è stata venerdì, procurando a quasi 4mila persone un disagio inaudito. Considerato anche che non è successo quello che è scritto nella nota di Adp, altrimenti come si spiega che alcuni voli sono stati dirottati su Lamezia Terme?"

"Io faccio il parlamentare  - afferma ancora D'Attis - e ho il potere e la competenza di intervenire per il controllo di tuto ciò che è nelle peculiarità di un parlamentare e quindi non farò mancare nulla alla popolazione, che deve stare tranquilla che tutto si sta svolgendo come si deve. Ognuno ha le sue responsabilità, inclusi  Adp e la Regione, che è la proprietaria di Adp".

L'ispezione Enac

Della vicenda si sta occupando dl’Enac (Ente nazionale aviazione civile), i cui tecnici, come anticipato ieri (domenica 6 gennaio) tramite una nota stampa, si sono recati stamani (lunedì 7 gennaio), presso l’aeroporto di Brindisi per effettuare un’attività ispettiva nell’ambito di un’indagine sulle cancellazioni e sui dirottamenti di voli provocati nella giornata di venerdì dall’emergenza neve.

La stessa Enac, tramite la nota divulgata il giorno dell’Epifania, ha definito “inadeguate” le modalità di de-icing documentate dal video. Per questo gli ispettori dell’ente stamattina, intorno a mezzogiorno, hanno effettuato una serie di controlli sulle operazioni aeroportuali condotte presso lo scalo. L’ispezione è andata avanti fino al primo pomeriggio. L’ufficio stampa dell’Enac, contattato da BrindisiReport, ha fatto sapere che per la giornata di oggi non sono previste comunicazioni ufficiali sull’esito dell’ispezione.

E’ in attesa di un riscontro anche il Comune di Brindisi, che aveva chiesto di poter partecipare al sopralluogo con un suo rappresentante. Tale richiesta, trattandosi di un’attività strettamente tecnica quella svolta dagli ispettori, non è stata accolta. L'Enac, ad ogni modo, si è impegnata a trasmettere gli audit all’amministrazione comunale. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Emergenza Covid-19

    Torna ad aumentare il numero dei positivi e dei decessi in Puglia

  • Cronaca

    Sprangate contro l'ex della fidanzata: condannato a dieci anni

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento