menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Aeroporti di Puglia, a Brindisi trend positivo nei nove mesi del 2016

Aumento del 3,8 per cento per lo scalo del Grande Salento. A Bari più 8,7 per cento. Le previsioni sino alla fine dell'anno indicano il superamento dei 6,5 milioni di passeggeri. La linea internazionale fondamentale per la crescita del traffico. In arrivo le prime novità della prossima stagione estiva

.BRINDISI – Prosegue la stagione positiva degli aeroporti pugliesi che, mese dopo mese, registrano incrementi costanti del traffico. Nei primi nove mesi del 2016 i passeggeri – tra arrivi e partenze - sugli aeroporti di Bari e Brindisi sono stati 5.105.314, pari al +7% rispetto allo stesso periodo del 2015. Di questi 1.530.612 (+13,8%) sono stati i passeggeri di linea internazionale che nel 2015 erano stati 1.345.417; bene anche la linea nazionale con 3.469.694 passeggeri, in crescita del + 4,5% rispetto allo scorso anno: mantenendo questi livelli di crescita, a fine 2016 la rete aeroportuale pugliese potrà raggiungere e superare il traguardo dei 6,5 milioni di passeggeri.

I dati sono stati resi noti dalla società Aeroporti di Puglia. Il Karol Wojtyla di Bari chiude i primi nove mesi del 2016 con 3.280.523 passeggeri, +8,7% rispetto ai 3.018.571 del 2015. Buona la  crescita, + 6,4%, per i passeggeri di linea nazionale, passati da 1.947.645 dello scorso anno ai 2.072.896 dei primi nove mesi del 2016. Un incremento percentuale maggiore, +14,8%, è stato invece registrato per i passeggeri di linea internazionale: 1.145.042 quest’anno a fronte dei 997.179 del 2015.

Andamento pressoché simile nelle dinamiche anche per l’Aeroporto del Salento di Brindisi, dove il consuntivo riferito ai nove mesi è stato di 1.824.791 passeggeri, + 3,8% rispetto all’anno prima. Di questi 1.396.798, + 1,6%, i passeggeri di linea nazionale, cui si aggiungono i 385.570 passeggeri di linea internazionale, in aumento del + 10,7% rispetto ai 348.238 passeggeri dello scorso anno. Per Brindisi c’è anche da registrare l’eccellente risultato ottenuto dal charter, in crescita del 26,7% (31.577 i passeggeri dei primi nove mesi 2015 contro i 40.029 di quest’anno).

L’esame del dato del mese di settembre ricalca l’andamento annuale, con incrementi che si attestano al +7,1% per la rete (650.362 passeggeri), al + 8,6% per Bari (415.977 passeggeri) e al + 4,4% (234.385 passeggeri) per Brindisi. Eccellenti, anche nello scorso mese, i dati riferiti ai passeggeri di linea internazionale  il cui totale, tra Bari e Brindisi, è stato di 212.536 unità, in crescita del + 12,8% rispetto ai 188.350 di settembre 2015.

La linea internazionale, quindi, si conferma quale segmento strategico del traffico passeggeri. E proprio per i collegamenti internazionali si annunciano le prime novità per la prossima stagione estiva. Sul fronte incoming, una prima novità riguarda il raddoppio della frequenza settimanale del collegamento tra Bari e Vienna di Austrian Airlines, cui si aggiungerà, da fine marzo a fine ottobre e sempre dal capoluogo regionale, un bisettimanale per Norimberga operato da Ryanair. Infine, per l’outgoing, Volotea ha già annunciato, sempre per la prossima estate, il nuovo collegamento Bari – Preveza (Lefkada). 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Asl Brindisi: avviso pubblico per l'incarico di direttore generale

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento