Cronaca

Affittava case nel Salento ma spariva dopo aver preso la caparra: denunciato

Attirava i clienti attraverso un sito internet di annunci. Dopo essersi fatto versare la caparra da 500 euro, spariva nel nulla. I carabinieri hanno denunciato un brindisino di 51anni che avrebbe truffato decine di persone in tutta Italia, affittando loro degli appartamenti in località di villeggiatura nel Salento che in realtà non esistevano affatto

BRINDISI – Attirava i clienti attraverso un sito internet di annunci. Dopo essersi fatto versare la caparra da 500 euro, spariva nel nulla. I carabinieri hanno denunciato un brindisino di 51anni che avrebbe truffato decine di persone in tutta Italia, affittando loro degli appartamenti in località di villeggiatura nel Salento he in realtà non esistevano affatto. L’indagato avrebbe racimolato complessivamente 10mila euro grazie a questo sistema. 

A porre fine all'attività dell'uomo, i Carabinieri di Sant'Ilario d'Enza (Reggio Emilia) che hanno condotto le indagini, partendo dall'analisi dell'estratto del conto online dove il truffatore faceva convergere i soldi delle caparre in seguito alla denuncia presentata da 45enne abitante a Sant'Ilario d'Enza, vittima del raggiro del brindisino.

Nel dettaglio, il 50enne pugliese messo online un annuncio trappola con importi per affitti di case nel Salento nel periodo di Ferragosto a prezzi convenienti, inviava un contratto fittizio da sottoscrivere e restituire: quando l'utente, a ridosso della partenza, chiamava per aver le chiavi il locatario non rispondeva sparendo nel nulla.

A incastrarlo le indagini telematiche dei militari che sono risaliti alla truffa analizzando l'estratto conto della carta prepagata dell'uomo che ha rivelato una serie innumerevole di versamenti di caparre per un saldo di oltre 10.000 euro, carpiti agli speranzosi vacanzieri.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Affittava case nel Salento ma spariva dopo aver preso la caparra: denunciato

BrindisiReport è in caricamento