rotate-mobile
Sabato, 22 Gennaio 2022
Cronaca

Aggressione al forno, arrestati padre e figlio

BRINDISI – Arrestati padre e figlio per l’odierna aggressione in cui sono rimasti feriti il 72enne Francesco Prete e il figlio 39enne Antonio. Le manette ai polsi sonno scattate per i panificatori Cosimo De Matteis, di 46 anni, e Teodoro De Matteis.

BRINDISI - Arrestati padre e figlio per l'odierna aggressione in cui sono rimasti feriti il 72enne Francesco Prete e il figlio 39enne Antonio. Le manette ai polsi sonno scattate per i panificatori Cosimo De Matteis, di 46 anni, e Teodoro De Matteis, già noto alle forze dell'ordine, di 21 anni: il 23 novembre 2012 era stato arrestato dalla Mobile nell'Operazione Red Jacket contro un gruppo che gestiva la distribuzione in città di droga acquistata in Calabria, capitanato da Donato Borromeo.

I due, sulla base di quanto appurato dai poliziotti della Sezione volanti, avrebbero colpito i Prete con una pala da forno che si trovava all'interno del panificio di proprietà della famiglia De Matteis: il "Dolce Forno" di via Veneto, nel rione Commenda. Ed è proprio all'interno dell'attività commerciale che sarebbe iniziata l'aggressione.

Fra le due famiglie era in corso un contenzioso, in fase di risoluzione, relativo a un incidente stradale. I vecchi dissapori sono riemersi prepotentemente intorno a mezzogiorno, quando i Prete hanno varcato la soglia del panificio, di cui erano abituali avventori. Stando a quanto accertato dalle forze dell'ordine, Teodoro De Matteis avrebbe aggredito verbalmente il 72enne.

Questi ha cercato di raggiungere la propria automobile, ma non è riuscito a evitare i colpi inferti prima dal giovane De Matteis e poi dal padre. Stessa sorte è toccata ad Antonio Prete. Visto che nessuno ha prestato loro soccorso, le vittime sono salite a bordo della propria auto e si sono recate verso l'ospedale Perrino, dove sono state medicate e refertate con prognosi di 25 (il padre) e 15 (il figlio) giorni.

Nel frattempo, gli agenti in servizio presso il posto fisso di polizia del nosocomio brindisino hanno inviato in via Veneto una pattuglia delle volanti. Ascoltati in questura, i De Matteis, su disposizione del pm di turno del tribunale di Brindisi, sono riaccompagnati a casa in regime di domiciliari. Sul loro capo pendono le accuse di aggressione, lesioni gravi e favoreggiamento.

 

 

Gallery

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aggressione al forno, arrestati padre e figlio

BrindisiReport è in caricamento