rotate-mobile
Domenica, 16 Gennaio 2022
Cronaca

Aggressione direttore Asl, reazioni

BRINDISI - Sono arrivate nel pomeriggio da Brindisi e da Bari le prime reazioni all'aggreassione subita la scorsa notte nei pressi della sua abitazione di via Gramsci a Lecce da Stefano Rossi, direttore amministrativo della Asl brindisina.

BRINDISI - Sono arrivate nel pomeriggio da Brindisi e da Bari le prime reazioni all'aggreassione subita la scorsa notte nei pressi della sua abitazione di via Gramsci a Lecce da Stefano Rossi, direttore amministrativo della Asl brindisina: "La direzione generale della Azienda Sanitaria Locale di Brindisi esprime forte solidarietà e vicinanza al direttore amministrativo, Stefano Rossi, per la vile aggressione subita nella serata di ieri nei pressi della propria abitazione in Lecce", si legge in una nota della stessa Asl.

"Questa azienda pronuncia una ferma condanna contro chi ha inteso perpetrare, nei confronti del drettore amministrativo, un ignobile atto di violenza personale. Gli amministratori locali, quotidianamente in trincea per operare in favore della collettività, sono quelli maggiormente esposti a certi episodi, e proprio questi gesti di violenza non possono che essere incondizionatamente condannati e stigmatizzati, ribadendo l'impegno dell'intera direzione generale a continuare nell'operato senza condizionamenti, riaffermando un forte sì alla legalità ed un deciso no alla violenza".

La Asl di Brindisi poi ringrazia ringrazia tutti coloro che, a livello istituzionale e non, hanno già espresso messaggi di solidarietà per quanto accaduto. Ma non va dimenticato che anche il responsabile locale di Manutencoop quando i servizi ausiliari non erano stati ancora riuniti nella società in house, aveva subito minacce e attentati in sequenza perdendo quattro auto, e alla fine la Asl ne ha declassato le mansioni non mostrando molta coerenza di fronte ad una situazione che - come dimostra l'aggressione a Stefano Rossi - non pare affatto normalizzata.

Sul caso parla anche il capogruppo regionale del Pd, Giuseppe Romano: "''E' davvero incredibile continuare ad assistere a queste violente aggressioni, i cui autori speriamo non rimarranno impuniti. Non è certamente questa la maniera giusta per affrontare i problemi, e atti di questo genere non sono giustificabili neppure dal peggiore dei torti subito'', afferma Romano.

''Non è la prima volta che rappresentanti della Asl di Brindisi vengono minacciati, intimoriti e aggrediti fisicamente. È ora di dire basta, individuando le ragioni di questi incresciosi episodi e sostituendo il dialogo alla violenza che allontana la possibilità di risolvere concretamente i problemi''. ''Siamo certi che i carabinieri che stanno indagando, metteranno presto la parola fine a questo attacchi ingiustificabili'', conclude Romano.

Gallery

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aggressione direttore Asl, reazioni

BrindisiReport è in caricamento