Giovedì, 29 Luglio 2021
Cronaca

Botte e minacce davanti a un supermercato: due denunce

Due nigeriani con la violenza hanno cercato di allontanare un connazionale che da anni aiutava i clienti a trasportare la spesa

LATIANO – Hanno picchiato e minacciato un connazionale per costringerlo ad allontanarsi da un supermercato davanti al quale stazionava per aiutare i clienti a trasportare la spesa. Due cittadini nigeriani, una donna di 27 anni residente a San Pietro Vernotico e un 28enne residente a Sinagra (Messina), sono stati denunciati a piede libero dai carabinieri della locale stazione, per il reato di tentata estorsione in concorso. 

E’ accaduto ieri mattina (giovedì 28 marzo), nel centro di Latiano. La vittima è un nigeriano 31enne che da quattro anni è solito stanziare davanti quell’esercizio commerciale per trasportare la spesa dei clienti in cambio di libere offerte economiche. 

Il malcapitato, al suo arrivo, ha trovato già sul posto i due connazionali, ma non ha profferito alcuna parola continuando a fare quello che faceva tutti i giorni. A un certo punto, un’anziana signora è uscita dal supermercato e il 31enne ha preso il carrello per aiutarla a portare la spesa come fa di solito. 

Improvvisamente la connazionale gli ha dato uno spintone e gli ha tolto il carrello per accompagnare lei la cliente. L’anziana donna, incurante della connazionale che le aveva portato il carrello, si è recata dal 31enmne consegnandogli una moneta. In seguito a questo gesto, i due hanno dapprima insultato e minacciato la vittima intimandogli di andarsene via perché dovevano stare solo loro, poi lo hanno aggredito colpendolo con pugni al volto e al petto. 

Alcuni clienti sono intervenuti accompagnando la vittima all’interno supermercato e nel frattempo sono giunti i carabinieri, che hanno identificato gli aggressori.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Botte e minacce davanti a un supermercato: due denunce

BrindisiReport è in caricamento