Cronaca

Agguato a Giuseppe Antoci: la solidarietà di Federparchi

Il presidente del coordinamento Federparchi, nonché presidente del Parco delle Dune Costiere, Enzo Lavarra, manifesta la sua solidarietà al presidente del Parco dei Nebroidi, Giuseppe Antoci, sopravvissuto a un agguato

Giuseppe Antoci

BRINDISI – Il presidente del coordinamento Federparchi, nonché presidente del Parco delle Dune Costiere, Enzo Lavarra, manifesta la sua solidarietà al presidente del Parco dei Nebroidi, Giuseppe Antoci, sopravvissuto a un agguato di stampo mafioso. Lo fa attraverso una nota che riportiamo di seguito. 

 Massima solidarietà al presidente del Parco dei Nebrodi, Giuseppe Antoci, sfuggito nella notte tra martedì 17 e mercoledì 18 maggio ad un agguato avvenuto sui Nebrodi tra Cesarò e San Fratello.

La macchina sulla quale viaggiava Antoci è stata bloccata lungo i tornanti di montagna da  alcune grosse pietre poste deliberatamente sulla carreggiata. Dopo di che un commando ha aperto il fuoco sulla vettura che fortunatamente era blindata. Il presidente del Parco dei Nebrodi già da tempo è sottoposto a tutela per le serie minacce subite in seguito ai protocolli di legalità messi in atto per evitare la concessione di ampie zone di pascoli alla mafia. I poliziotti di scorta ad Antoci hanno risposto al fuoco mettendo in fuga il commando.

Il coordinamento Federparchi Puglia, riunito ieri nella sala giunta della Regione, a conclusione dei lavori di programmazione finanziaria 2016, esprime solidarietà a Giuseppe Antoci e condanna per l’agguato che lo ha visto bersaglio nella notte tra martedì e mercoledì.

Lo fa attraverso le parole del presidente on. Enzo Lavarra: “La federazione dei parchi pugliesi e il mondo ambientalista si stringono intorno al presidente del parco dei Nebrodi e coordinatore dei parchi siciliani, un punto di riferimento per il sistema dei parchi italiani. Ci tocca profondamente ciò che è accaduto, un fatto gravissimo, l’ennesima, detestabile forma di minaccia a un uomo che ha come unica colpa quella di voler imporre la legalità. La nostra forza di fronte ad attentati di questa portata sta nell’unità, nella fitta reti di connessioni che rende i parchi un territorio che oggi e in futuro sarà sempre più difficile aggredire. Oggi ci stringiamo tutti intorno a Giuseppe, come cittadini prima di tutto, esprimendogli solidarietà”.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Agguato a Giuseppe Antoci: la solidarietà di Federparchi

BrindisiReport è in caricamento