Venerdì, 22 Ottobre 2021
Cronaca

Ai domiciliari litiga con la convivente e se ne va di casa, arrestato per evasione

Dopo un violento litigio con la convivente se ne va di casa nonostante fosse in regime di arresti domiciliari e viene arrestato per evasione. Protagonista di questa vicenda il 33enne brindisino Nicola Pertosa. È stato sorpreso fuori di casa, nonostante il divieto, dai carabinieri della stazione Brindisi Centro

Dopo un violento litigio con la convivente se ne va di casa nonostante fosse in regime di arresti domiciliari e viene arrestato per evasione. Protagonista di questa vicenda il 33enne brindisino Nicola Pertosa. È stato sorpreso fuori di casa, nonostante il divieto, dai carabinieri della stazione Brindisi Centro durante un controllo del territorio, ha spiegato che si stava dirigendo in caserma perchè aveva litigato violentemente con la compagna, era stato aggredito e che se ne era andato di casa. E' stato refertato al Pronto soccorso dell'ospedale Perrino di Brindisi dove i medici gli hanno riscontrato contusioni guaribili in cinque giorni. Dopo le formalità di rito è stato arrestato per evasione e trasferito in carcere. In sede di convalida dell'arresto il gip per lui ha disposto nuovamente i domiciliari. 

I carabinieri della stazione di Fasano hanno eseguito un ordine di esecuzione per la carcerazione, emesso dall’Ufficio esecuzioni penali della procura generale della Repubblica presso la Corte d’Appello di Lecce, nei confronti di A.A., 49enne del posto. Deve espiare il residuo di una pena cumulativa definitiva di 1 anno, 2 mesi e 15 giorni di reclusione, per i reati di violenza privata, minaccia e danneggiamento, commessi nel 2008 in provincia di Brindisi. L'arrestato, dopo le formalità di rito, è stato trasferito in carcere.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ai domiciliari litiga con la convivente e se ne va di casa, arrestato per evasione

BrindisiReport è in caricamento