Martedì, 26 Ottobre 2021
Cronaca Cellino San Marco

Al Bano in ripresa dopo infarto: "Non vedo l'ora di tornare a cantare"

L'artista pugliese, fortunatamente, è una roccia e si è ripreso subito ed ha voluto rassicurare i suoi innumerevoli sostenitori circa le sue condizioni di salute. "Ora sto bene"

Momenti di paura quelli che Al Bano ha vissuto lo scorso weekend: secondo quanto riferisce il sito del settimanale "Oggi", durante le prove del Concerto di Natale presso l'Auditorium della Conciliazione di Roma, il cantante si è sentito male ed è stato operato d'urgenza all'Ospedale Santo Spirito a causa di un problema all'aorta che gli ha causato ben due infarti.

L'artista pugliese, fortunatamente, è una roccia e si è ripreso subito ed ha voluto rassicurare i suoi innumerevoli sostenitori circa le sue condizioni di salute. "Ora sto bene. Nella notte mi hanno operato. Tre ore di intervento, in semi sedazione. Sentivo tutto quello che dicevano e mi sono morso la lingua: mi veniva da fare battute ma poi ho pensato fosse meglio non distrarli" - e poi ha aggiunto - "Se va bene, in un paio di giorni sono fuori. Anche perché ho tante di quelle cose da fare".

Contattato telefonicamente da Mattino 5, Al Bano ha ripercorso quei momenti bui durante i quali si è temuto il peggio: "Pensavo fosse un dolore intercostale. Avevo un dolore, volevo capire l'origine. Mi hanno detto che si trattava invece di un infarto. Grazie a Dio mi sembra che l'abbiamo superato. Paura? Guarda, dimmi quello che vuoi, ma paura io non so che sia. Io affronto tutto con determinazione, con sana e saggia determinazione. Paura è fare del male a se stessi, bisogna avere coraggio non paura. Una canzone? Quale canzone migliore di felicità. Appena il primario me lo dirà io tornerò a cantare, non vedo l'ora". A quanto pare dovrà farlo presto visto che Al Bano ha ricevuto una bella notizia: rientra tra gli artisti scelti da Carlo Conti per il prossimo Festival di Sanremo, in calendario dal 7 all'11 febbraio 2017.

A dargli la forza, come hanno mostrato gli scatti usciti su "Oggi", è lei Loredana Lecciso. "Si, è arrivata subito e resta ancora qui a Roma per qualche giorno. Anche Yari è venuto immediatamente. Poi, ancora, il maestro Alterisio Paoletti, il mio collaboratore Vittorio Palmieri e tanti altri. Per non parlare dei messaggi e delle telefonate di colleghi e amici da tutta Italia: davvero una bella dimostrazione di affetto" - ha raccontato Al Bano a La Gazzetta del Mezzogiorno.

L'artista, non c'è che dire, si reputa fortunato. Stando a quanto riporta Il Corriere della Sera, infatti, ha pensato a tutti coloro che, invece, non sono riusciti a vincere contro quel maledetto male: "Ho pensato a quanti colleghi, dal grande Pino Daniele a Lucio Dalla a Mango, tutti morti di infarto. Son salito lassù da San Pietro, che ci guarda dalla finestra di questo ospedale, e ho bussato alla sua porta: cosa vuoi, mi ha detto, torna giù. E mi hanno rimandato indietro".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Al Bano in ripresa dopo infarto: "Non vedo l'ora di tornare a cantare"

BrindisiReport è in caricamento