Cronaca

Ancora spregevoli furti sulle tombe al cimitero di Brindisi: proteste

"Sono letteralmente imbufalita: sono stata oggi al cimitero di Brindisi e sono sempre più schifata, indignata e chi più ne ha più ne metta. Sono stata a trovare mio padre e con mio dispiacere ho notato che hanno rubato un lampioncino"

BRINDISI - "Sono letteralmente imbufalita: sono stata oggi al cimitero di Brindisi e sono sempre più schifata, indignata e chi più ne ha più ne metta. Sono stata a trovare mio padre e con mio dispiacere ho notato che hanno rubato un lampioncino (come a quella di mio padre anche alla tomba accanto) a forma di rosa,acquistata all epoca da noi figlie, come anche la lapide per nostro padre che dopo tanti anni di sacrifici ci ha lasciati per una malattia. Sono andata a reclamare negli uffici e come al solito erano chiusi per via della festa patronale. Vergognoso: allego la foto spero tramite voi di mostrare questo schifo. Il lampioncino di ricompra ma i morti non si toccano ".

furti tombe-2Questo lo sfoga di una cittadina di Brindisi, una delle tante che hanno trovato la tomba di uno dei propri cari depredata, in un cimitero dove la sorveglianza evidentemente non è adeguata alla situazione, diciamo sociale, del capoluogo. Da discarica di materiali di risulta, a luogo di circolazione di mezzi non autorizzati, ai furti: il campostanto di Brindisi non si è fatto mancare nulla in questi anni, ed evidentemente la situazione è ben lontana dall'essersi normalizzata.

furti tombe 2-2-2Vandali, ladri di metalli pregiati, chiunque siano gli autori di queste ruberie vanno scoperti e puniti. Altrimenti, dopo aver lasciato nelle loro mani i parchi urbani che tanti dovrebbero invidiare a Brindisi, lasciamogli anche il luogo dell'ultima dimora, in modo tale che i brindisini trapassati siano assillati dagli stessi problemi che hanno subito quando erano in vita: perseguitati dai ladri prima e dopo. Magari "perchè non c'è lavoro".

Riceviamo e pubblichiamo di seguito una nota del direttore del cimitero comunale, il geometra Giovanni Danese, sul furto.

In riscontro all articolo apparso in data odierna sulla vostra testata online, il sottoscritto in qualità di Direttore del cimitero di Brindisi e Tuturano rappresenta quanto segue: la foto raffigurante i campi di inumazione non rispecchiano lo stato attuale, essi infatti risultano perfettamente curati in ogni suo aspetto; la Gent.ma Sig.ra che ha rappresentato alla vs redazione l'ipotetico furto, ha dimenticato di specificare che prontamente il personale presente nella struttura cimiteriale ha provveduto Nell immediato a  ricollocare la fiamma in vetro, a suo dire, rimossa da ignoti; come tutti gli uffici presenti nella città, anche il servizio cimiteriale ha rispettato le festività della festa dedicata a San Teodoro, garantendo, in ogni caso, il regolare servizio cui la struttura cimiteriale è preposta. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ancora spregevoli furti sulle tombe al cimitero di Brindisi: proteste

BrindisiReport è in caricamento