Cronaca

Bonifica Micorosa, il Comune forma maxi-gruppo di lavoro di 12 persone

Funzionari e dipendenti chiamati a supportare il responsabile del procedimento anche nel pomeriggio: "Compensi in base alle prestazioni effettive". Intanto oggi prima relazione del segretario sui compensi per l'ufficio dell'Aro per 188.469 euro

BRINDISI – Gruppo di lavoro a dodici, a Palazzo di città,  per seguire il progetto di bonifica, stralcio Micorosa, delle aree comprese nel sito di interesse nazionale (il cosiddetto Sin) di Brindisi, per il quale ci sono finanziamenti derivanti dall’accordo di programma quadro sottoscritto nel 2016.

Il Comune ha deciso di costituire uno “staff” per attuare e concludere i lavori in tempi stretti, dando vita a una squadra di supporto al responsabile unico del procedimento, l’ingegnere Gaetano Padula. I componenti sono: Gianluigi Fantetti, Vincenzo Carella, Maria Mauratelli e Massimo Di Maio per l’area tecnica, Vincenzo Daniele, Massimiliano Musio, Caterina Mincione, Anna Rita My, Paolo Viva, Franco Coppola e Lunella Vecchio per l’area amministrativa.

Sono stati tutti scelti dallo stesso Padula con determinata firmata nella giornata di ieri, precisando la finalità posta alla base della decisione: “regolamentare il corretto raggiungimento degli obiettivi, soprattutto a tutela del territorio comunale della città e di garantire che i dettami legislativi siano perseguiti secondo cronoprogramma”.

Il personale sarà chiamato al lavoro “anche in orario pomeridiano”, in considerazione della “complessità e della molteplicità degli aspetti da trattare e delle incombenze da svolgere” con particolare riferimento alla “messa in sicurezza della falda-intervento stralcio-Micorosa finanziato fondi” messi a disposizione dal Cipe, il Comitato interministeriale per la programmazione economica.

La liquidazione delle competenze al personale avverrà “sulla base delle effettive prestazioni risultanti dagli atti o adempimenti tecnico-amministrativi nella misura stabilita dal responsabile unico del procedimento”. Il quantum sarà definito successivamente. Ciò avviene mentre resta, invece, ancora da chiarire la questione sollevata dalla stessa sindaca Angela Carluccio sui compensi pagati a sua insaputa dal Comune ai componenti dell’ufficio Aro Brindisi 2, in materia di rifiuti, per un totale di 188.469 euro per gli anni dal 2014 sino al 2016.

La liquidazione è stata autorizzata il giorno successivo alle sue (non) dimissioni. La prima cittadina, titolare anche della delega ai rifiuti, ha chiesto un’indagine interna e sembra che i primi risultati degli accertamenti delegati al segretario generale Giuseppe Salvatore Alemanno dovrebbero arrivare martedì. Di certo c’è i consiglieri componenti della Commissione al Bilancio hanno chiesto l’audizione di Alemanno sui compensi Aro per oggi,martedì 7 marzo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bonifica Micorosa, il Comune forma maxi-gruppo di lavoro di 12 persone

BrindisiReport è in caricamento