Cronaca

Aldo pestato mentre dormiva per 25 euro: il minore confessa

Interrogato nella notte il sedicenne di etnia rom: "L'ho colpito con una spranga, non volevo ucciderlo,ho preso i soldi e sono scappato". Il sindaco di Palermo vuole intitolargli i portici che aveva scelto per dormire

Picchiato a sangue per rubare i 25 euro che aveva in tasca. Pestato mentre dormiva sul suo giaciglio di cartoni, sotto i portici del centro di Palermo. Il ragazzino di 16 anni di etnia rom, arrestato dai carabinieri, avrebbe confessato  l'aggressione di Aldo, il clochard amato anche dai brindisini, trovato morto in piazzale Ungheria tre giorni fa, con una ferita alla testa. "Sì, sono stato io: l'ho colpito con una spranga, ho preso i soldi e sono scappato, ma non volevo ucciderlo".

Clochard Aldo piazzale ungheria-2-2

Il fermo e la confessione

Il minorenne è stato interrogato a lungo nella notte ed è stato accompagnato nel centro di prima accoglienza del carcere Malaspina, in esecuzione del decreto di indiziato di delitto emesso dal pubblico ministro presso la Procura dei minori di Palermo, al quale i militari hanno trasmesso l’informativa di reato. La confessione è arrivata dopo essere stato incalzato dagli investigatori e dal pubblico ministero titolare del fascicolo, Paoletta Caltabellotta. Resta nel carcere minorile con l'accusa di omicidio volontario e non preterintenzionale.

Gravi indizi e pericolo di fuga sono stati  alla base del provvedimento, emesso dopo che gli uomini dell’Arma hanno visionato le immagini registrate da alcune telecamere poste a protezione di negozi e banche di piazzale Ungheria, zona che Aid Adbellah, per tutti semplicemente Aldo, aveva scelto per ripararsi assieme al suo gatto, Helios. Gli è rimasto accanto a vegliare su di lui dopo quello che, stando alle indagini, sarebbe stato un pestaggio a sangue mentre il clochard era rannicchiato sotto i cartoni. Helios potrebbe essere adottato da una famiglia di Palermo. Nelle ultime ore sono arrivate diverse richieste agli uffici comunali.

clochard morto piazzale ungheria-2

Le immagini

Un filmato, in particolare, sarebbe stato determinante per arrivare al rom: le telecamere hanno inquadrato un giovane che fugge assieme a un altro, identificato nel sedicenne che vive con la famiglia nel quartiere Ballarò di Palermo. Il secondo giovanissimo potrebbe essere il ragazzino di 12 anni appena, sempre di etnia rom, sul quale sono stati concentrati i primi sospetti dopo aver ascoltati negozianti e residenti della zona. Il sedicenne indossava gli stessi vestiti della notte del pestaggio.

L’aggressione

Il movente legato alla rapina era stato ipotizzato dai militari e sembra aver trovato confermato dalle dichiarazioni del minorenne.  Alcuni negozianti avrebbero riferito della presenza, negli ultimi giorni, di giovanissimi che importunavano i senzatetto.  Non è stato trovato il telefonino del clochard che i brindisini aspettavano di vedere nel periodo delle feste di Natale, in Centro, in corso Umberto I. Speravano di sentirlo ancora recitare i versi di Dante.

Aldo è stato trovato senza vita tre giorni fa: sulla fronte aveva una ferita vistosa, il viso diventato una maschera di sangue. L’autopsia ha permesso di accertare che è stato colpito al volto e alla nuca anche con un oggetto contundente, forse un bastone. La spranga a cui ha fatto riferimento il minorenne non è stata ancora rinvenuta.

targa aldo clochard-2

I funerali

Il sindaco di Palermo, Leoluca Orlando, rivendica la capacità di accoglienza della sua città e avrebbe fatto sapere di voler dedicare ad Aldo i portici di piazzale Ungheria, diventato l’ultimo rifugio del clochard. L’Amministrazione comunale siciliana intende farsi carico del funerale e ha già deciso di esporre nel palazzo sede degli uffici, bandiere a mezz’asta nel giorno dell’addio.

A Palermo, così come a Brindisi, chi lo conosceva continua a ricordare come un uomo buono. Non negava mai un sorriso a chi incrociava lo sguardo in corso Umberto, dove da ieri su una panchina c’è una sua foto per non dimenticare i giorni in cui è stato a Brindisi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aldo pestato mentre dormiva per 25 euro: il minore confessa

BrindisiReport è in caricamento