Martedì, 18 Maggio 2021
Cronaca

Alfonso Casale: imprenditore di successo e Perito agrario a pieni voti

OSTUNI - Brindisi speciale per Alfonso Casale, patron della Telcom. Da festeggiare c’è un 100 conquistato tra i banchi di scuola e maturato alle soglie dei suoi settant’anni. Il frutto di un impegno didattico lasciato in sospeso per diventare un imprenditore di successo, e ripreso, senza timori o inibizioni, cinquant’anni dopo. E tutto questo soltanto per il piacere di immergersi nei libri, negli studi, riappropriandosi di spazi quotidiani inimmaginabili sino a qualche anno fa per chi, come lui, in cima ai mercati mondiali ci è arrivato scommettendo e rischiando in proprio, sin da giovanissimo, con intraprendenza e lungimiranza. Puntando sulla Telcom: la sua creatura, il marchio di famiglia.

Una ventina i lotti disponibili per ampliare l'area

OSTUNI - Brindisi speciale per Alfonso Casale, patron della Telcom. Da festeggiare c'è un 100 conquistato tra i banchi di scuola e maturato alle soglie dei suoi settant'anni. Il frutto di un impegno didattico lasciato in sospeso per diventare un imprenditore di successo, e ripreso, senza timori o inibizioni, cinquant'anni dopo. E tutto questo soltanto per il piacere di immergersi nei libri, negli studi, riappropriandosi di spazi quotidiani inimmaginabili sino a qualche anno fa per chi, come lui, in cima ai mercati mondiali ci è arrivato scommettendo e rischiando in proprio, sin da giovanissimo, con intraprendenza e lungimiranza. Puntando sulla Telcom: la sua creatura, il marchio di famiglia.

Nei giorni scorsi, però, Alfonso Casale è tornato un anonimo studente tra i banchi di scuola, per sostenere l'esame di maturità come perito agrario, presso la storica Sezione Agraria dell'Istituto tecnico "Pantanelli", di Ostuni: la sua città. Spulciando tra i quadri, ecco dunque spuntare il numero uno tra gli imprenditori della Città bianca. E il suo "100" non è passato certo inosservato: "Non è stato semplice - racconta lo stesso Casale - ricavare il tempo da dedicare allo studio ma si sono imposto di rinunciare a qualche impegno di lavoro pur di concentrarmi con serenità sulle lezioni e sui libri di testo.

Dalla chimica alla storia, dall'Italiano alle lingue straniere, passando per la zootecnia e la fisica. L'idoneità al quinto anno mi ha consentito di prepararmi per gli esami, frequentando ogni giorno, per un anno, i corsi dell'Istituto. Esperienza condivisa insieme ad altri compagni di viaggio: un altro imprenditore, un carabiniere, un finanziere, persino un dottore, tra gli altri maturandi".

Quanto mai attinente, poi, la traccia di italiano scelta e approfondita dall'imprenditore ostunese in sede di esame. L'ambito è quello socio-economico. Tema: "La ricerca della felicità". Superato a pieni voti l'esame di maturità, guarda avanti e pensa a nuove sfide, a nuovi traguardi sul fronte universitario. "Se punto alla laurea? Vedremo. Ci sto pensando. L'idea di ritagliare sempre più tempo per lo studio mi affascina. Staremo a vedere. A Brindisi c'è una facoltà che mi interessa molto: Scienze sociali e politiche del territorio. Non mi peserebbe affatto frequentarla. Tutt'altro".

Neo perito agrario. Ma soprattutto creatore di un piccolo impero aziendale. Telcom Spa, società capofila del gruppo, è leader nel settore della trasformazione del materiale termoplastico. Fondata da Casale nel 1973, la Telcom Spa conta oggi oltre trecento dipendenti, siti produttivi in Italia e negli Usa, nonché joint-ventures in Asia ed Europa.

Innovativi gli impianti operativi nella zona industriale di Ostuni, all'interno di un capannone che si estende lungo una superficie di circa 18.000 metri quadri. Di fatto il più grande stabilimento presente in zona. La Telcom Spa realizza numerose linee di prodotti che abbracciano settori differenti. Il marchio "Vasar" comprende una vasta gamma di vasi da giardino realizzati con tecnologia rotazionale, iniezione e in terracotta.

Elementi di arredo per esterni e accessori per il giardinaggio. Portano il marchio Telcom anche le linee "Aquarius", serbatoi per lo stoccaggio dell'acqua; "Buddy", cucce ed articoli per animali; "Modum", divani poltrone ed arredi per esterni. Tra gli ultimi accordi, quelli firmati con Ikea e Auchan, sino all'acquisto del marchio Borsci, concluso da Raffaele Casale (figlio del patron e presidente del gruppo). L'operazione salvataggio firmata Telcom ha consentito la ripresa a pieno regime, dopo la turbolenta parentesi fallimentare, dell'attività di produzione presso gli stabilimenti della "Borsci Liquori", la nota azienda tarantina produttrice del celebre "Elisir San Marzano": specialità presente sul mercato da 170 anni.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alfonso Casale: imprenditore di successo e Perito agrario a pieni voti

BrindisiReport è in caricamento