menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Alla guida senza patente e sotto effetto di droghe e alcol: tre denunce

Gravi infrazioni al codice della strada sono state scoperte dai carabinieri durante una serie di controlli alla circolazione stradale

Gravi infrazioni al codice della strada sono state scoperte dai carabinieri durante una serie di controlli alla circolazione stradale. A San Vito dei Normanni un 30enne alla guida di un motorino si è rifiutato di sottoporsi agli accertamenti sanitari per la verifica sull’eventuale assunzione di droghe e alcol, ritirata la patente e denunciato. A Torchiarolo un 21ennne è stato sorpreso alla guida senza aver mai conseguito la patente (anche lui denunciato) e a Brindisi un minorenne alla guida  di uno scooter sprovvisto di assicurazione e di patente di guida ha fornito false dichiarazioni sull’identità personale. Per lui è scattata la segnalazione alla Procura. 

San Vito dei Normanni

Il 30enne di San Vito dei Normanni è stato fermato a bordo del proprio scooter Piaggio “Beverly”: ha omesso di fermarsi all’invito rivolto dai militari operanti, pertanto è stato deferito anche per resistenza a pubblico ufficiale.  "Il legislatore ha equiparato la condotta del rifiuto della sottoposizione agli accertamenti sanitari per l’assunzione di alcool, a coloro che vengono riscontrati con un tasso  alcolemico superiore a 1,5 g/l, e pertanto puniti con le sanzioni congiunte dell’arresto e dell’ammenda". Scrivono i carabinieri. 

"Alle sanzioni più afflittive previste si aggiunge la confisca obbligatoria del veicolo – salvo che non appartenga a terzi - e la revoca della patente di guida. Per quanto riguarda il rifiuto dell’accertamento finalizzato al riscontro dello stato di alterazione dovuta all’assunzione di sostanze stupefacenti o psicotrope, la norma sanzionatoria punisce tale comportamento con sanzioni di natura penale, pena congiunta dell’arresto e dell’ammenda. All’accertamento del reato consegue la sanzione amministrativa accessoria della sospensione della patente di guida da uno a due anni. Se il veicolo appartiene a persona estranea al reato la durata della sospensione della patente è raddoppiata. Con la sentenza di condanna è sempre disposta la  confisca del veicolo con il quale è stato commesso il reato, –salvo che non appartenga a persona estranea".

Torchiarolo 

A Torchiarolo i carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Brindisi hanno denunciato per “reiterazione nella guida senza patente” un  21enne di origini montenegrine residente a Lecce già contravvenzionato per la stessa violazione a gennaio  scorso. L’uomo è stato nuovamente sorpreso nel centro abitato di Torchiarolo alla guida di una “Nissan Note” senza la patente di guida poiché mai conseguita.

"Nell’ipotesi appena descritta la guida senza patente, la cui violazione costituisce un illecito depenalizzato, assume invece carattere penale, configurandosi quale autonoma fattispecie di reato alla quale si applica la pena dell’arresto sino ad un anno. E’ una delle due ipotesi dell’art.116 del codice della strada che riveste carattere penale restando esclusa dalla depenalizzazione, poiché è stato accertato un comportamento recidivo nel biennio. In tutte le ipotesi che assumono carattere penale per la reiterazione dell’illecito depenalizzato, in luogo del fermo amministrativo del veicolo trova applicazione la sanzione accessoria della confisca. La seconda ipotesi dell’art.116 che riveste carattere penale concerne la guida senza patente o con patente negata, sospesa o revocata a persona sottoposta con provvedimento definitivo a misura di prevenzione".

Brindisi 

I Carabinieri della Stazione di Brindisi Casale, infine,  hanno  segnalato  alla Procura della Repubblica presso il tribunale per i minori di Lecce per “false dichiarazioni sulla propria identità personale”,  un 16enne di Brindisi. Nel corso della notte  è stato sorpreso alla guida di uno Scarabeo “Aprilia 50”, sprovvisto di patente di guida poiché mai conseguita, fornendo inoltre agli operanti false dichiarazioni sulla sua identità. Nello stesso contesto  si è accertato che il mezzo era sprovvisto di copertura assicurativa e pertanto sottoposto a sequestro amministrativo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lutto per l'arcivescovo Satriano, è deceduta la mamma Giovanna

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento