Cronaca San Pancrazio Salentino

Alla scoperta dei Kayssah, la band rivelazione del "Festival show"

Ancora una volta il Salento contribuisce, con le proprie eccellenze, ad arricchire il panorama musicale locale. Vengono da San Pancrazio Salentino i Kayssah, cinque ragazzi fra i 20 e i 22 anni che da poco hanno aggiunto un nuovo gradino alla scalata verso i primi posti del Festival Show tenutosi a Caorle (Venezia)

BRINDISI– Ancora una volta il Salento contribuisce, con le proprie eccellenze, ad arricchire il panorama musicale locale. Vengono da San Pancrazio Salentino i Kayssah, cinque ragazzi fra i 20 e i 22 anni che da poco hanno aggiunto un nuovo gradino alla scalata verso i primi posti del Festival Show tenutosi a Caorle (Venezia). Il concorso musicale prevede alcune tappe e selezioni a fronte di una giuria composta da noti personaggi dello scenario I Kayssah 2-2-2musicale italiano.

Nel video servizio i cinque ragazzi si raccontano, e ricostruiscono alcune delle fasi fondamentali della loro breve ma intensa carriera musicale, fino ad arrivare al lancio del singolo “ Illusione” frutto di un intenso lavoro di ricerca del suono, con una nota etichetta discografica di Lecce: L’arca del Blues. La casa discografica ha colto nella band il potenziale necessario per emergere nell’ambiente musicale attuale abbastanza competitivo al punto da proporre loro una collaborazione. 

“Prima di tutto siamo un gruppo di amici” - dice Joele Micelli, violino e synth del gruppo. E in effetti nell’intervista emergono con forza ideali e sentimenti cui sono molto legati, resi nei testi e nelle loro musiche, il motivo portante del messaggio di cui si fanno portabandiera. Nonostante la loro giovane età, i Kayssah affrontano temi della quotidianità con uno sguardo attento ai dettagli che possono rendere le giornate meno cupe e più rasserenanti “in un momento in cui – dice Giulio Musca, voce, chitarra acustica e frontman del gruppo - molti valori si sono persi divenendo quasi inarrivabili e illusori” (da cui appunto il nome del singolo).  

Due dei membri del gruppo sono studenti del Conservatorio tra cui il violinista e il chitarrista, Matteo Costantini, mentre il cantante, il batterista, Paolo Vergara, e  il bassista, Giuseppe Spagnolo, sono autodidatti e provenienti da stili e generi diversi; una eterogeneità che fa del gruppo la sua unicità. 

Al momento i ragazzi sono impegnati nello studio e nella sperimentazione di un suono che li renda singolari nel genere. Ma nei loro obiettivi più remoti: “entrare nei lettori di tutti”.

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alla scoperta dei Kayssah, la band rivelazione del "Festival show"

BrindisiReport è in caricamento