rotate-mobile
Sabato, 2 Luglio 2022
Cronaca

Allarme bomba al tribunale e in aeroporto: polizia, carabinieri e artificieri sul posto

Giornata di allarme bomba quella di oggi: alle 9.50 una telefonata anonima alla sala operativa dei carabinieri ha segnalato la presenza di ordigni esplosivi sia al Tribunale di Brindisi che in aeroporto

BRINDISI – Giornata di allarme bomba quella di oggi: alle 9.50 una telefonata anonima alla sala operativa dei carabinieri ha segnalato la presenza di ordigni esplosivi sia al Tribunale di Brindisi che in aeroporto, polizia e carabinieri sul posto. Immediatamente sono state attivate le procedure di sicurezza.

L’edificio che ospita il tribunale è stato evacuato e sul posto si sono recati gli artificieri che si devono occupare della bonifica dei locali. La polizia aeroporto antiterrorismo-2segnalazione, come è già successo altre volte e come già accennato è giunta tramite una telefonata anonima. In aeroporto, invece, i controlli sono stati eseguiti dai poliziotti della Polmare, coordinati dal vicequestore Mario Marcone, con l'ausilio degli artificiero. Non si è resa necessaria alcuna evacuazione e non sono stati trovati ordigni esplosivi. Le attività sono riprese regolarmente e nessun volo avrebbe subito ritardi.

L'evacuazione del tribunale per allarme bomba

In tribunale invece le operazioni di bonifica sono in corso Secondo quanto si apprende nella giornata di oggi erano previste le esecuzioni immobiliari e in altre occasioni in concomitanza con le vendite delle case all'asta si sono verificati episodi simili, allarme bomba poi risultati falsi. Oltre a cercare eventuali ordigni gli investigatori sono a lavoro per individuare il responsabile della telefonata anonima, che rischia la denuncia per procurato allarme. 

Anche al tribunale le verifiche hanno dato esito negativo. L'attività è ripresa regolarmente

Ultimo aggiornamento 12.45

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Allarme bomba al tribunale e in aeroporto: polizia, carabinieri e artificieri sul posto

BrindisiReport è in caricamento